Commercio a Ferrara: avanzano grandi catene commerciali

05 commercio crisi dettaglio iper

In dieci anni è cambiato profondamente, anche a Ferrara, il settore del commercio al dettaglio. Si assiste a un’avanzata imponente delle grandi organizzazioni commerciali: supermercati, ipermercati, catene di negozi, a scapito del piccolo negozio specializzato a cui eravamo tutti abituati.

Lo dimostrano i dati elaborati dall’Ufficio studi della Camera di Commercio di Ferrara e relativi al territorio comunale di Ferrara.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, negli ultimi dieci anni il commercio a Ferraa ha aumentato, non05 commercio crisi dettaglio iper-1 diminuito, i punti vendita: + 150 tra il 2003 e il 2013; +88 tra il 2009 e il 2013. Complessivamente i punti vendita a Ferrara sono passati dai 1956 del 2003 ai 2106 dell’anno passato.

Questi incrementi, tuttavia, sono avvenuti a favore delle grandi catene di distribuzione, ma a scapito dei piccoli negozi: in dieci anni, per esempio, solno calati di 49 unità i negozi di alimentari nel territorio comunale (nel 2003 erano 258, ora sono 209); sono calati di 14 unità i negozi di abbigliamento (da da 204 a 190); sono diminuiti di 13 unità i negozi di calzature. E ancora: calano profumerie (-13), fioristi (-12), gioiellerie e oreficerie (-11), cartolerie. Per non parlare dei negozi di musica e discografia: nel comun e di Ferrara ne è rimasto uno solo, dieci anni fa ce n’erano 11.

Intanto cresce, come dicevamo, la presenza di grandi catene commerciali, aumenta il commercio ambulante (+55 unità in dieci anni) e si affaccia il commercio via internet, vera novità del terzo millennio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *