Commercio: passa delibera ampliamento superfici nelle medie e grandi strutture. E’ polemica

Maggioranza ed opposizione spaccate in consiglio comunale a Ferrara per la delibera approvata sugli ampliamenti delle superfici commerciali nelle medio e grandi struttura. Un provvedimento che darà la possibilità alle struttura già aperte e funzionanti di aumentare la superficie commerciale (e non il volume) una volta soltanto, del 20%,

E’ la delibera approvata lunedì in consiglio comunale a Ferrara con 18 voti a favore della maggioranza (PD, FC, Misto) e 10 voti contrari dell’opposizione (GOL, FdI/AN, M5S, FI, Lega)

Una delibera che in queste ore ha richiesto un chiarimento da parte del partito democratico, dopo le posizione contrarie non solo da parte del centro destra ma anche dalle associazioni dei commercianti, come Ascom-Confcommercio e Confesercenti Ferrara, che parlano di operazione ai ‘danni del centro storico’

Le strutture commerciali si dividono in tre categorie: piccole, medio-grandi e grandi“ spiega Tommaso Cristofori, capogruppo del Partito Democratico. Questa delibera si occupa delle medio grandi che a Ferrara, di queste dimensioni, sono sei in totale. “Tra le sei esistenti, continua il consigliere del Pd, solamente una ha chiesto di allargarsi e solo una si era già dotata degli standard previsti dalla legge che permettevano di poter aumentare la superficie commerciale”.

Stiamo parlando dell’Interspar di Via Pomposa che nel 2017 aveva però avuto un diniego dell’amministrazione per un problema di regolarità urbanistica. “Ma l’opposizione votò contro quel diniego e a favore per l’aumento della superficie” continua Cristofori. “Nel diniego era compreso l’impegno di amministrazione e consiglio comunale di trovare un nuovo percorso affinché la superficie commerciale potesse comunque essere ampliata”. Un percorso che arriva in consiglio comunale due giorni fa ma che questa volta raccoglie il no dell’opposizione

In questi anni la maggioranza ha avuto la massima attenzione nel commercio in Centro Storico e non è vero che ci sia stata una tutela maggiore delle grandi strutture. L’atteggiamento dell’opposizione in questa vicenda è stato contradditorio perché in un primo tempo ha sostenuto l’ampliamento della struttura ed ora, in consiglio, ha tenuto una posizione contraria” ha concluso il capogruppo del Partito Democratico

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *