Comune, concorsi per l’assunzione di sei nuove figure professionali

Quattro istruttori direttivi per il settore ‘governo del territorio’, un conservatore museale, un profilo amministrativo: sono sei i concorsi banditi per l’assunzione di altrettante figure professionali che entreranno nell’organico comunale. Le procedure di selezione pubblica sono state formalizzate negli ultimi giorni.

“Dopo i nove giovani assunti con Contratto di Formazione Lavoro (CFL) e con prospettiva di stabilizzazione, continuiamo con il percorso della valorizzazione delle competenze, con particolare attenzione ai giovani. Le nuove figure professionali si aggiungono inoltre ai circa 20 tirocinanti che negli ultimi due anni hanno prestato, e prestano, servizio in diversi settori. Crediamo e investiamo nelle nuove generazioni”, dice l’assessore al personale Angela Travagli.

Nel dettaglio, i nuovi “istruttori direttivi tecnici saranno assegnati alla categoria D/D1 (funzionari assunti come personale laureato, con titolo triennale, magistrale o del vecchio ordinamento), con assunzione a tempo indeterminato. È previsto, come da Codice dell’ordinamento militare, che due posti siano riservati ai volontari delle Forze Armate. Un’altra nuova figura sarà invece scelta tra le competenze legate al settore della cultura. In particolare il profilo richiesto è quello di conservatore museale sempre nella categoria D/D1, con contratto di formazione e lavoro (tipo di contratto riservato a giovani sotto i 32 anni che si caratterizza perché deve essere necessariamente connesso e coordinato con uno specifico progetto formativo presentato dall’Amministrazione comunale e validato dall’Agenzia regionale per il lavoro). Ovviamente ai candidati sono richieste lauree legate agli ambiti della storia dell’arte, delle Lettere, e dei beni culturali. Completa il quadro delle nuove assunzioni l’individuazione di una “unità di personale con profilo di istruttore direttivo-amministrativo”, che sarà in categoria D1, a tempo indeterminato, e dovrà avere un profilo legato ai settori della matematica e della statistica. “Le graduatorie che emergeranno dai concorsi ci consentiranno inoltre, in futuro, di procedere speditamente con ulteriori assunzioni nei diversi servizi – dice l’assessore Travagli -. Sottolineo inoltre che – per quanto riguarda la nuova figura del conservatore – si tratta del primo concorso, mai realizzato prima, di CFL in categoria D per le nuove assunzioni. Procediamo così nella linea del ricambio generazionale che abbiamo voluto fortemente dall’inizio del mandato. Auspichiamo in una sempre maggior adesione, soprattutto da parte dei giovani di Ferrara, a queste opportunità. La pubblica amministrazione ha bisogno di energie nuove e dell’entusiasmo di ragazze e ragazzi”.

La partecipazione alla selezione avviene unicamente mediante trasmissione della domanda per via telematica utilizzando la procedura on line accessibile dalla sezione Bandi di Concorso dello Sportello telematico polifunzionale del sito istituzionale del Comune di Ferrara all’indirizzo https://sportellotelematico.comune.fe.it. Le scadenze : il 5 maggio per le candidature relative al profilo di istruttore direttivo tecnico. Negli altri casi, invece, i bandi scadranno il 30 aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.