Comune di Ferrara, buoni spesa: ricevute 395 domande, di cui 223 accoglibili

Buoni spesa: 395 domande raccolte, di cui 223 accoglibili. A presentare l’istanza sono soprattutto donne, in lavorazione le richieste per l’assegnazione dei coupon

La riapertura dei termini di assegnazione dei buoni spesa, avvenuta in ottemperanza all’Ordinanza del Tribunale di Ferrara in base alla delibera del 24 settembre 2020, con revisione della delibera del 1 aprile 2020 formulata in relazione all’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Dipartimento della Protezione Civile del 29 marzo 2020 ha registrato la presentazione di 395 domande di contributo, delle quali, dopo una prima verifica di legittimità dei requisiti, 223 sono passate alla fase di ulteriore lavorazione.

Le 172 domande ritenute non accoglibili sono state presentate da cittadini che in autodichiarazione hanno confermato di ricevere già sussidi diversi (pensione, reddito di cittadinanza eccetera) o in alcuni casi (25) di aver già ottenuto i buoni spesa durante la prima assegnazione, motivo per cui sono stati esclusi dal novero degli aventi diritto.

Del totale della domande presentate: 63 non avevano mai avanzato richiesta per l’accesso ai buoni spesa, 261 sono state avanzate da donne (124 gli uomini che hanno chiamato), 224 sono le famiglie straniere che hanno depositato la richiesta (171 le famiglie italiane).

Nei prossimi giorni proseguirà la lavorazione delle richieste fino al raggiungimento dell’esito definitivo con la conseguente assegnazione e consegna dei buoni.

(da cronacacomune.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *