Comuni alle urne: dove si voterà in Emilia-Romagna

A maggio, saranno 4.000 i Comuni italiani coinvolti nel ricambio delle amministrazioni comunali. In Emilia-Romagna, i Comuni della regione che andranno al voto per eleggere il loro nuovo Sindaco e rinnovare i rispettivi consigli sono ben 236.

In Regione si voterà in trentacinque comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti: ad essi viene applicato il sistema elettorale maggioritario a doppio turno, quindi se nessun candidato raggiungerà la maggioranza assoluta, vale a dire il 50% +1 al primo turno, i cittadini saranno chiamati a votare una seconda volta, mettendo in ballottaggio i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti.

Sono 201, invece, i Comuni con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti, dove diventerà sindaco il candidato che otterrà il maggior numero di voti.

Saranno le prime elezioni per Sorbolo Mezzani (PR) e per i ferraresi Riva del Po e Tresignana, tre nuovi comuni, nati dalla fusione di Comuni minori, istituiti nel 2019 in Emilia-Romagna.

Questa la distribuzione dei Comuni nelle varie province: 46 bolognesi, 13 ferraresi, 20 nella provincia di Forlì-Cesena, 34 a Modena, 30 nel parmense, 30 quelli di Piacenza, 14 quelli di Ravenna, 32 nel reggiano e 16 nel riminese. In provincia di Ferrara, oltre al capoluogo, saranno chiamati ad eleggere il loro nuovo sindaco, Argenta, Copparo, Fiscaglia, Jolanda di Savoia, Lagosanto, Masi Torello, Mesola, Ostellato, Poggio Renatico, Riva del Po, Tresignana, Voghiera. Solo tre con più di 15.000 abitanti: Ferrara, Argenta e Copparo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *