Cona, Malaguti: “A quando metropolitana di superficie?”

06 cona metropolitana superfice

“Oltre al magazzino di stoccaggio dei farmaci rimasto ancora nel vecchio Sant’Anna di Corso Giovecca, non è stata ancora realizzata la “metropolitana di superficie, già costata 20 milioni di euro”, che dovrebbe collegare la città di Ferrara al nuovo polo ospedaliero. L’unica attuale certezza sulla realizzazione di questa infrastruttua è che segue perfettamente i tempi biblici della realizzazione del Polo di Cona”.

E’ una delle tante sottolineature evidenziate nella interrogazione regionale, a risposta scritta, che Mauro Malaguti, ha rivolto alla giunta Errani per avere informazioni sulla viabilità relativa al polo ospedaliero di Cona

Il consigliere del pdl, nell’interrogazione sottolinea che a causa del fallimento dell’impresa a cui fu affidato inizialmente l’appalto, “si determinò un notevole rallentamento dei lavori sino al definitivo scioglimento del contratto” e alla firma di uno nuovo con la seconda classificata nella gara d’aggiudicazione originaria.

Malaguti ritiene inoltre che nel 2009, a fronte di ulteriori esigenze di realizzazione, “è stato stipulato un nuovo accordo di programma firmato dalla Provincia, dal Comune e dall’Azienda ospedaliera di Ferrara assieme alle Ferrovie dell’Emilia-Romagna, per regolamentare le attività e i rispettivi compiti nella realizzazione delle opere di completamento del Polo ospedaliero di Sant’Anna”.

Al progetto iniziale si collegavano altri tre progetti collaterali: la realizzazione dello svincolo nord-ovest Polo Ospedaliero, per collegamento diretto della strada al Polo stesso. Il Collegamento via delle Scuderie con via Fiaschetta e il nuovo Ponte sul canale Sant’Antonio. E nel novembre del 2011 l’assessore regionale alle Infrastrutture e trasporti, rispose ad una sua interrogazione sostenendo che si supponeva “di aprire la circolazione sul nuovo tracciato a partire dal 12 dicembre 2012”

A fronte di tali premesse, Malaguti chiede alla giunta di sapere quando verrà aperta “la circolazione di accesso al nosocomio estense sul nuovo tracciato ferroviario Ferrara-Codigoro, tenendo presenti, conclude il consigliere regionale, le difficoltà dei cittadini ferraresi, in larga percentuale anziani, tra lontane fermate di autobus e onerose corse di taxi”.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=3dd360fb-1586-4809-942a-0d77afb0087a&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *