Cona, potenziata idrovora: più sicurezza per ospedale

10 bonificaIl progetto è partito nel 2004, è stato finanziato dalla Regione con 5 milioni di euro ed ha come obbiettivo garantire la sicurezza idraulica dei 3.500 ettari di superfiche che si estendono tra Ferrara e Voghiera: non solo terreni agricoli ed aree urbanizzate ma soprattutto il nuovo polo ospedaliero, aperto un anno fa a Cona.

E’ l’ampliamento ed il potenziamento del nuovo impianto idrovoro Sant’Antonino che ha incrementato la portata massima sollevabile dai 5,4 m3 al secondo dell’impianto storico ai 12,5 con l’impianto ausiliarie.

In funzione già dal 2009 l’impianto ausiliare (un manufatto in calcestruzzo armato con tre elettropompe idrovore) rientra in un progetto più ampio che prevede per la costruzione in cemento un bilanciamento, una compensazione ambientale costituita da viali e percorsi naturali compresa un piccola zona umida. Un progetto conclusosi nel 2011 che si sarebbe dovuto inaugurare l’anno dopo ma che per colpa del terremoto è stato rimandato ad oggi.

%CODE%

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *