Concerti senza distanziamenti: il 19 maggio, task force a Ferrara

E’ in programma mercoledì 19 maggio alle 15.30, in videocall, la prima riunione della task force che si occuperà di elaborare il “protocollo sicurezza concerti”, primo step per sperimentare – come annunciato dal sindaco di Ferrara Alan Fabbri nei giorni scorsi – “eventi in presenza senza distanziamenti, in sicurezza”, su modello di quanto già fatto a Barcellona, Liverpool e Amsterdam.

Dalla segreteria del primo cittadino sono partiti in queste ore gli inviti a tutte le realtà rappresentate all’interno della Commissione di pubblico spettacolo (che in Comune è presieduta dal vicesindaco Nicola Lodi): la Polizia municipale, l’Azienda sanitaria, l’ufficio tecnico comunale, i vigili del fuoco di Ferrara e un professionista esperto in elettronica. A questi si aggiungeranno: l’Università, la Croce Rossa, la Questura, il dottor Paolo Vettorello e l’architetto Federica Poggi della società studio Sigfrida, competente in questo genere di progettazioni.

“Procede speditamente – dice il sindaco Alan Fabbri – il percorso che ci condurrà alla stesura del protocollo. Si tratterà di uno strumento tecnico per sperimentare eventi e iniziative senza distanziamenti e in completa sicurezza. Siamo pronti a mettere a disposizione del Paese questa esperienza. Ringrazio in particolare il sottosegretario Lucia Borgonzoni per la disponibilità e l’impegno che ha messo in campo per sottoporre al governo il nostro progetto. Già dal 2020 a Ferrara – con Movida Sicura, con le misure adottate nel corso del Ferrara Summer Festival, con eventi come l’incendio del Castello – abbiamo realizzato protocolli che sono stati citati anche in studi nazionali. Nei prossimi giorni dovrebbe uscire anche un report sulla sicurezza nei luoghi pubblici che ha visto, nella raccolta dei dati, anche alcuni eventi che abbiamo organizzato, come Amministrazione, l’anno scorso”.

“L’obiettivo è – con il procedere della campagna vaccinale e con l’avvicinarsi della stagione estiva – dare nuove risposte al mondo del turismo, degli eventi, degli spettacoli, agli operatori economici, alla comunità attraverso l’organizzazione, in sicurezza, di eventi complessi e diversificati. Un nuovo contributo dopo un anno difficile, in cui abbiamo sperimentato tantissimo attraverso progetti e anche attraverso l’attività della commissione di vigilanza. L’intero territorio si è messo a disposizione – con diverse professionalità – per dare nuove risposte e per dare un contributo fattivo alla ripartenza, che metteremo a sistema, per essere sempre più capillari nella ricerca”.

(Ferrara Rinasce)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *