Concerto di Natale in carcere a Ferrara

concerto in carcere

Si è tenuto oggi un concerto per i detenuti organizzato da Comune e Provincia con l’obbiettivo di aprire le porte alle attività provenienti dal territorio. Ad esibirsi i musicisti dell’etichetta discografica cittadina Jaywork.

Hanno oltrepassato i muri e le sbarre del carcere di Ferrara per portare svago e solidarietà anche ai detenuti. Sono state le note musicali delle la musica delle esibizioni dei cantanti e musicisti che si sono esibiti all’interno della casa circondariale di Via Arginone,

Un concerto dal titolo ‘La musica dentro – Un Natale con voi” con musicisti dell’etichetta discografica cittadina Jaywork. In scaletta cover rivisitate e brani di cantautori, rock, R&B, dance e pop interpretati da Leonardo Veronesi, con Enrica Bolognesi ed Ettore Poggipollini e da Frenk Nelli e War- K, che si sono esibiti tutti rigorosamente dal vivo per dimostrare, attraverso la musica, un’autentica vicinanza ai detenuti.

Patrocinato da Comune e Provincia di Ferrara l’obbiettivo era quello di mettere in pratica le direttive di una recente normativa regionale che auspica una maggiore apertura delle carceri ad attività provenienti dal territorio: un modo per far sì che la detenzione conduca a una riammissione nella vita sociale e per considerare il carcere come un pezzo della città e della comunità ferrarese, hanno spiegato gli organizzatori.

“Tutti gli artisti, ha spiegato l’organizzatrice dell’iniziativa Silvia Bottoni, si sono messi a disposizione con grande slancio perché pensano che la musica sia uno degli strumenti di comunicazione e aggregazione più efficaci e sono convinti che sarà un’esperienza gratificante anche per loro stessi”

Grande apprezzamento per l’iniziativa è stato espresso anche dalla direttrice della Casa circondariale, Carmela De Lorenzo, che ha ricordato come il periodo delle festività rappresenti per i carcerati uno dei momenti in cui il peso della detenzione diventi maggiore ed eventi come quello di oggi contribuiscano ad alleviarlo, offrendo un’occasione di distrazione.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *