Confartigianato: allarme Cassa Integrazione

04 confart cig

Sulla Cassa Integrazione è necessario trovare una soluzione definitiva: lo afferma la Confartigianato ferrarese, nel giorno in cui i sindacati manifestano davanti al parlamento per il reperimento delle risorse necessarie – oltre un miliardo – a coprire la Cassa integrazione in deroga, utilizzata dalle regioni per garantire un reddito ai lavoratori delle piccole e medie imprese in grave crisi.

“La Confartigianato – dice il direttore Giuseppe Vancini – aveva lanciato l’allarme sulla mancata copertura delle risorse per l’intero 2013, chiedendo alla Regione la diminuzione della durata del provvedimento o, in alternativa, una clausola di salvaguardia per le aziende. Un monito rimasto inascoltato – precisa Vancini – peccato che i fatti ci abbiano dato ragione”

Ora Confartigianato chiede che il tema degli ammortizzatori sociali riservati alle piccole e mede imprese artigiane – tra i quali figura la Cassa Integrazione in deroga, venga affrontato con scelte definitive. “Per esempio – spiega Vancini – il prossimo governo potrebbe privilegiare l’investimenti nei fondi gestiti dagli enti bilaterali”.

Di questi enti fanno parte le associazioni di categoria dell’artigianato e gli stessi sindacati, e sino a non molto tempo fa hanno assicurato un sostegno al reddito per i lavoratori delle aziende artigiane.

In ogni caso, aggiunge Vancini, va superata la riforma Fornero, che ha penalizzato il ricorso ai contratti a tempo determinato, deprimendo la propensione delle aziende ad assumere, e quindi facendo salire la disoccupazione.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *