Confartigianato: le imprese dopo il referendum – VIDEO

impreseLe prospettive delle imprese italiane dopo il referendum costituzionale: era questo il tema dell’assemblea di Confartigianato che si è tenuta oggi.

Presenti il presidente provinciale Merletti e il costituzionalista Luca Antonini.

Le misure contenute nella legge di bilancio e rivolte alle piccole e medie imprese sono un risultato positivo ottenuto dalle associazioni imprenditoriali. Lo ha spiegato il Presidente Nazionale di Confartigianato, Carlo Merletti, nel corso dell’assemblea della Confartgianato ferrarese. “Purtroppo si tratta di misure a debito” sottolinea Merletti, che riafferma la volontà delle piccole e medie imprese di puntare ala crescita economica.

 

Tra i temi in discussione, le prospettive del federalismo in Italia. Luca Antonini, costituzionalista dell’Università di Padova, ha curato il ricorso della regione Veneto contro la legge Madia di riforma della pubblica amministrazione, che puntava a centralizzare la nomina dei dirigenti sanitari oggi di competenza delle regioni. “Il federalsimo – ha detto Antonini – va rispettato quando funziona: perché centralizzare la sanità in reigoni come il Veneto o la Emilia Romagna dove funziona bene ed è considerata un’eccellenza europea? Lo Stato deve intervenire dove il federalismo non funziona”.

Sullo sfondo resta una fondamentale esigenza, come ha spiegato Giuseppe Vancini, segretario provinciale di Confartigianato: semplificare la legislazione italiana per dare maggiori certezze alle imprese. “Cancellare leggi, invece che sfornarne di continuo in modo disorganico”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *