Consumi: ritorno agli anni ’80

Consumi in forte calo in tutta Italia ma anche a Ferrara dove i carrelli dei supermercati sono sempre più vuoti. Tanto che nel comparto agroalimentare spendiamo gli stessi soldi che pagavamo negli anni ’80. A sottolinearlo un rapporto di Intesa Sanpaolo che disegna un quadro nero per i consumi.

Trent’anni fa infatti spendevamo circa 2400 euro all’anno per il cibo e le bevande. Un dato in forte calo, – 1,5% tra il 2010 e il 2011, che si riflette anche a Ferrara oltre che in tutta Italia.

“Si comprano sempre meno beni essenziali come pane, latte, frutta e verdura, ed è questo è il dato più preoccupante”. A dirlo Stefano Di Brindisi di Confconsumatori Ferrara che certifica il trend negativo dei consumi.

Il futuro poi non è dei più rosei perché, secondo Di Brindisi, c’è una catena della grande distribuzione ferrarese che nei primi tre mesi del 2012 sta registrando un ulteriore calo dei consumi tra i banchi alimentari rispetto all’anno scorso.

Questo, secondo Confconsumatori Ferrara, vuol dire che le famiglie del ceto medio ora stanno sentendo la crisi più forte. I consumi difficilmente riprenderanno, continua il rapporto Intesa Sanpaolo, a causa della disoccupazione crescente unito agli effetti delle manovre di correzione dei conti pubblici.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120313_03.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *