Contrastare la povertà educativa minorile

“Contrastare la povertà educativa minorile. Progetti Esperienze Risorse” è il titolo dell’evento on line in programma venerdì 7 maggio alle 17 sul sito della Fondazione di Modena. Al centro dell’iniziativa l’attività del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, l’impatto che sta producendo sul territorio emiliano-romagnolo ed il ruolo svolto dalle Fondazioni di origine bancaria.

L’incontro di venerdì è promosso da Acri, l’associazione che riunisce le Fondazioni di origine bancaria italiane, dall’Associazione tra Fondazioni di origine bancaria dell’Emilia-Romagna e dall’Impresa sociale Con i Bambini.

“La povertà educativa minorile è un fenomeno sociale complesso e articolato – dichiara Giorgio Righetti, direttore generale Acri – del quale non può farsi carico solo il mondo della scuola, ma è necessario coinvolgere l’intera “comunità educante”: istituti scolastici, Enti locali, organizzazioni del Terzo settore, famiglie e studenti. Per far questo, nel 2016, le Fondazioni di origine bancaria hanno dato vita al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, promuovendo un innovativo partenariato pubblico-privato, insieme al Governo e al Forum Nazionale del Terzo settore. L’obiettivo è sperimentare progettualità efficaci e diffuse per rispondere in maniera strutturale e corale al fenomeno. La povertà educativa è divenuta così, finalmente, un tema rilevante a livello sociale e politico, di cui le mappe regionali dell’Osservatorio Con I Bambini – Openpolis intendono dare maggiore contezza, per proseguire i percorsi avviati dal Fondo, tenendo lo sguardo sempre attento ai bisogni dei territori”.

Le conclusioni sono affidate alla Vice Presidente della Regione Emilia-Romagna, Elly Schlein.
I dossier completi e gli aggiornamenti settimanali sono disponibili online su www.conibambini.org e su www.conibambini.openpolis.it

Ne parleranno Giorgio Righetti, Direttore Generale Acri; Paolo Cavicchioli, Presidente dell’Associazione tra Fondazioni di origine bancaria dell’Emilia-Romagna; Marco Rossi-Doria, Presidente di Impresa sociale Con i Bambini. Le conclusioni sono affidate alla Vice Presidente della Regione Emilia-Romagna, Elly Schlein. Durante l’incontro, coordinato da Elisabetta Soglio, Direttrice di Buone Notizie – Corriere della Sera, Vincenzo Smaldore, Direttore editoriale di Openpolis illustrerà la mappa della povertà educativa in Emilia-Romagna elaborata dall’istituto di ricerca Openpolis. Successivamente verranno presentate due esperienze avviate in Emilia-Romagna raccontate dai protagonisti impegnati sul territorio:

InRete, progetto attuato dal Consorzio Solidarietà Sociale Forlì-Cesena, rivolto a bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni, che prevede l’attivazione del Family Mentor con funzioni di empowerment dell’intero nucleo famigliare e di raccordo con le Scuole per la realizzazione di proposte mirate a contrastare il disagio scolastico.

Ali per il Futuro, target 0-6, progetto che la Cooperativa sociale Società Dolce ha costruito sulle esigenze del bambino e della sua famiglia. Prevede la presa in carico globale, l’accesso ad un servizio educativo 0/6 anni e l’attivazione di azioni di sostegno alla genitorialità e al benessere psico-fisico dei bambini e uno specifico percorso di formazione e orientamento al lavoro per uno dei genitori.

“Il fenomeno della povertà educativa riguarda tutto il Paese, non solo il Sud o le grandi periferie urbane, colpisce anche le aree interne” sottolinea Marco Rossi-Doria, presidente di Con i Bambini. “L’Emilia-Romagna ha una lunga tradizione di cura dell’infanzia ed è ai vertici della classifica per numero di posti negli asili nido e servizi offerti. Attraverso le mappe dell’Osservatorio #conibambini però possiamo vedere anche oltre la media regionale, come sono distribuiti i servizi. Grazie al Fondo abbiamo sostenuto 384 progetti in tutta Italia e 34 iniziative interessano l’Emilia-Romagna con attività di contrasto sostenute con circa 15 milioni di euro. Abbiamo rafforzato 34 comunità educanti che coinvolgono circa 630 organizzazioni del territorio, tra mondo della scuola, civismo educativo, istituzioni locali. Soprattutto in questa fase, dobbiamo puntare proprio sulle ‘alleanze educative’ nei territori, capaci di coinvolgere e attivare anche le famiglie e gli stessi ragazzi”.

Il Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile è stato messo in campo dalle Fondazioni di origine bancaria, rappresentate da Acri, con Terzo settore e Governo: a fine aprile 2016 è stato siglato un Protocollo d’Intesa per la gestione del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Complessivamente, il Fondo ha un valore di 600 milioni di euro per sei anni. L’operatività del Fondo è stata assegnata dall’Acri all’impresa sociale Con i Bambini, società senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. L’impresa sociale Con i bambini ha pubblicato ad oggi 11 bandi, selezionando complessivamente 384 progetti in tutta Italia, sostenuti con oltre 302 milioni di euro. Con i Bambini insieme a Openpolis ha realizzato l’Osservatorio sulla povertà educativa #conibambini, che vuole essere la creazione, nella modalità di data journalism, di una banca dati che consenta a operatori sociali, della comunicazione, media e PA, l’analisi di questi fenomeni su scala comunale o sub-comunale.

I dossier completi e gli aggiornamenti settimanali sono disponibili online su www.conibambini.org e su www.conibambini.openpolis.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *