“Contro le regole, lesbiche e gay nello sport” in mostra

omofobia

In concomitanza, non a caso, con le olimpiadi invernali, arriva a Ferrara una mostra dal suono ribelle intitolata “Contro le regole – lesbiche e gay nello sport”. E’ stata allestita nell’Atrio del Salone del Comune di Ferrara e si potrà visitare sino al prossimo 21 febbraio.

È in arrivata a Ferrara “Contro le regole – lesbiche e gay nello sport”, una mostra dal suono ribelle con radici internazionali molto forti. È stata, infatti, promossa da “European gay and lesbian federation” (EGLSF) e realizzata all’interno del progetto europeo “Football for Equality”, di cui Uisp è partner insieme ad altre organizzazioni sportive di Austria, Germania, Olanda, Slovenia e Slovacchia. Focus della mostra è la lotta “contro le regole” di una cattiva tradizione omofobica che attanaglia il mondo sportivo.

La mostra si terrà a Ferrara dal 7 al 21 febbraio, in concomitanza – non casuale – con le olimpiadi di Sochi, al centro delle polemiche per la legge russa antigay, una linea intollerante riconfermata dalle recentissime dichiarazioni di Anatoly Pakhomov, sindaco della località sul Mar Nero: “Saremo ospitali con coloro che non cercheranno di imporre le proprie abitudini e la propria volontà”.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/omofobia.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/7022014_omofobia.mp4[/flv]

A distanza di 3000 chilometri dal territorio olimpico, nell’atrio della Residenza municipale ferrarese saranno ospitate 37 vele con immagini e storie riprodotte dall’EGLSF (European Gay and Lesbian Sport Federation) e tradotte in 5 lingue. Un ricco itinerario artistico che, partendo dai temi connessi alle discriminazioni di genere nello sport – con svariate testimonianze biografiche di sportivi omosessuali -, si propone un approccio sociologico di più ampio respiro, rilanciando idee e proposte concrete per rendere lo spazio sportivo un luogo più tollerante e un’occasione di uguaglianza.

L’evento, promosso da Uisp Ferrara, riconferma l’attenzione della città estense verso le problematiche di genere, una delle poche realtà in cui Uisp ha firmato un protocollo contro l’omofobia (il PICO – Protocollo Interistituzionale per il Contrasto all’Omofobia) che coinvolge associazioni ed istituzioni, impegnati nella lotta contro la discriminazione. “Contro le regole” ha già fatto tappa a Genova e, dopo la sosta ferrarese, percorrerà ancora molta strada, visitando altre province emiliano romagnole, dove sono in programma diverse iniziative satelliti, e resterà in Regione fino ai mondiali di calcio. (a cura di Uisp Ferrara)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *