Coopcostruttori: depositata la perizia

Arriva la superperizia sui conti di Coopcostruttori. I tecnici Claudio Gandolfo e Stefano Montanari, entrambi di Modena ed entrambi incaricati dal Tribunale di Ferrara hanno depositato sabato, il termine ultimo previsto dal presidente di corte, il giudice Francesco Maria Caruso, la superperizia che dovrà dire come è stata gestita l’ex cooperativa di Argenta.

Mille cinquecento pagine il faldone depositato in via Borgo dei Leoni, di cui trecento sono la relazione di perizia mentre più di un migliaio riguardano gli allegati.

Secondo le prime analisi effettuate sul lungo documento e secondo le prime indiscrezioni sembra che i periti del tribunale confermino gran parte dell’impianto accusatorio contro l’ex dirigenza di Coopcostruttori.

I periti infatti avrebbero concordato sulle motivazioni di emissioni delle Apc, sul problema delle riserve tecniche iscritte in bilancio e la gestione stessa dei conti del bilancio.

I periti – ripetiamo, sempre secondo le prime indiscrezioni – confermerebbero anche l’ipotesi accusatoria per quanto riguarda la vicenda Finec, la finanziaria di Unipol che nel periodo in cui diresse il gruppo Giovanni Consorte, il 1997, dopo uno studio della situazione della ex cooperativa di Argenta, dichiarò che la società era ‘decotta’.

Nei prossimi giorni si conoscerà in modo più approfondito il contenuto della superperizia.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120312_05.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *