Coopcostruttori: ex soci fanno ricorso contro sentenza

XX carspac 2 coopcostruttori

I soci ex risparmiatori della CoopCostruttori ricorreranno, uniti, in appello, contro la sentenza di primo grado emessa dal Tribunaledi Ferrara

E’ quanto emerso nell’assemblea pubblica che si è tenuta lunedì sera ad Argenta, organizzata dal Carspac 2 che ha annunciato che, in sede civile, avvierà un’azione di risarcimento danni nei confronti, non solo di Legacoop e Società di Revisione, ma anche delle banche.

Alla fine una via unitaria per attuare una strategia comune per ricorrere in appello contro la sentenza di primo grado è stata trovata. E’ quanto emerge dopo la riunione che si è tenuta ad Argenta organizzata dal Carspac 2 che riunisce i risparmiatori dell’ex cooperativa argentana.

Oltre al Carspac 2, il più numeroso visto le trecento adesioni, ad Argenta, c’è il Carspac 1, che conta altri 50 soci ed un altro gruppo di ex risparmiatori, circa quaranta, rappresentati dagli avvocati Azzalli-Maruzzi-Marcello-Carponi Schittar.

I tre gruppi coordineranno le forze contro la sentenza del Tribunale di Ferrara che ha condannato Donigaglia e altri dirigenti di coop costruttori ed insieme, entro il primo luglio, presenteranno i motivi per l’appello. Obbiettivo –spiegano al Carspac 2 che in questa battaglia vede a fianco il Codacons- è di ottenere, in secondo grado, la responsabilità penale per chi è stato assolto in primo grado, come la società di revisione.

La battaglia continua anche il sede civile per recuperare le somme perse nel crack della Coop Costruttori: il Carspac 2 sta facendo tutto il possibile per ottenere i risarcimenti a favore degli ex soci. Compresa l’azione civile, pronta a partire nei confronti di Legacoop delle società di Revisione dei Conti ma anche, questa è la decisione presa nelle ultime ore, verso le banche. “Non avrebbero avuto un comportamento lineare, incidendo sulle perdite subite dai soci dell’ex cooperativa – spiegano al Carspac 2- tenendo in vita una azienda che non aveva possibilità di rimettersi in sesto con i bilanci”.

Una strategia, quella dell’azione risarcitoria nei confronti degli istituti di credito che potrebbe essere presa in considerazione anche dagli altri ex soci di Coopcostruttori.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *