Coronavirus e visite parenti a detenuti: tensioni in carcere anche a Ferrara

carcere ferraraVisite vietate tra parenti e detenuti causa coronavirus, ed esplode la protesta in diverse carceri italiane tra cui Ferrara.

Già domenica, alle 16.30, secondo il sindacato di Polizia giudiziaria Sappe, alcuni detenuti nel penitenziario di via Arginone avrebbero chiesto di uscire dalla stanza per varie consegne ma secondo Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto e Francesco Campobasso, segretario nazionale del sindacato, sarebbe statao un pretesto per mettere in piedi una protesta come stava avvenendo in altre carceri italiane.

Dopo una lunga mediazione, la protesta sarebbe stata sedata verso domenica sera ma lunedì mattina è riesplosa.

Intervenuti lunedì i carabinieri, Polizia di Stato in tenuta anti-sommossa, anche vigili del fuoco. A metà giornata il momento di maggior tensione ma grazie alla mediazione delle forze dell’ordine e del personale di polizia penitenziaria la situazione sembrerebbe essere tornata alla normalità.

container ferrara carcere protezione civileL’autorità carceraria ferrarese intanto, nei giorni scorsi si era già attivata per far installare, appena fuori dal carcere, un container donato dall’Ordine dei Medici alla Protezione Civile di Ferrara che lo ha messo a disposizione della casa circondariale per favorire controlli mirati in caso di sospetto Coronavirus.

2 pensieri riguardo “Coronavirus e visite parenti a detenuti: tensioni in carcere anche a Ferrara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *