Corso Ercole I D’Este: nuova pavimentazione approvata dalla Soprintendenza con lastre di trachite euganea

E’ di 130mila euro l’investimento dell’Amministrazione per il rifacimento, in coerenza col contesto storico, di un tratto dei marciapiedi in Corso Ercole I d’Este. Acquisito il parere favorevole della Soprintendenza, dopo uno studio sull’evoluzione degli interventi e dell’uso dei materiali nell’area, i tecnici hanno deciso di sostituire gli attuali mattoni, in più punti ammalorati, con lastre di trachite euganea, in continuità con tutti gli altri marciapiedi della via.

La consegna dei lavori avverrà tra poche settimane. L’intervento ha una durata prevista di 60 giorni e sarà realizzato dalla ditta Zambelli Srl con sede a Galeata (FC). Non è prevista la chiusura della via.

“Ercole I d’Este è la via più bella e significativa d’Europa e merita un intervento all’altezza – dice l’assessore Andrea Maggi –. Per questo si è resa necessaria anche un’analisi storica e abbiamo approntato uno studio specifico per definire un intervento che riteniamo doveroso e necessario, sia per lo stato fortemente compromesso dell’attuale marciapiede in mattoni, sia per renderlo omogeneo al resto della via”.

Oggetto dell’intervento sarà il tratto – di 200 metri circa – tra palazzo Prosperi Sacrati e l’incrocio con via Arianuova. Il tratto che sarà interessato dai lavori corrisponde al prospetto dell’ex caserma ‘Gorizia’, demolita a seguito del terremoto del 1969. Con la conseguente costruzione, in quell’area, del liceo ‘Ariosto’ (inaugurato nel 1976) è stato successivamente realizzato il marciapiede in mattoni.

Come testimoniano anche le fotografie storiche raccolte, quindi, il tratto è di recente fattura e sarà sostituito con una copertura coerente con quella dell’intera strada. Il progetto prevede quindi la demolizione completa dell’attuale pavimentazione e la sua sostituzione, non prima di aver rifatto il sottofondo con materiale inerte e calcestruzzo armato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *