Costruttori, il legale di parte civile Maruzzi: “Il sistema Ferrara”

maruzziE dopo la sentenza della prima sezione della Corte d’Appello di Bologna, uno dei legali delle parti civili, l’avvocato Claudio Maruzzi in una lettera giunta in redazione commenta il verdetto con queste parole:

“Consorte intervistato ieri ha dichiarato che il dogma operativo che guidava Unipol era che non si potevano resuscitare i morti, ma salvare i moribondi si. Per questo si attiro’ le ire del sistema quando non volle salvare la Coopcostruttori che aveva 1 miliardo di debiti – scrive il legale Maruzzi -. Il “sistema Ferrara”, il “patto per lo sviluppo ” di cui parla lo stesso Donigaglia prevedeva appalti lottizzati in cambio di elargizioni ai partiti . Dopo tangentopoli il giochino si rompe , i committenti non pagano e “il sistema ” si sostituisce al debitore committente fornendo altra liquidità attraverso le banche e falsificando i bilanci, che servivano a legittimare l’emissione di APC e ad indurre i soci fraudolentemente a investire fiumi di denaro alla Coopcostruttori .

Sistema ferrara, rito emiliano, come ha scritto Ivan Cicconi, sistema Italia, come dimostrano le recenti vicende” chiude Maruzzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *