Covid-19. Da uno studio Unife un polimero antibatterico e antivirale per superfici contaminate

Non solo nell’aria; SARS-CoV-2, come altri agenti patogeni, può diffondersi anche tramite superfici contaminate. Un nuovo sistema per contrastare questa modalità di diffusione potrebbe venire da uno studio dell’Università di Ferrara. I gruppi di ricerca diretti da Carlo Alberto Bignozzi, Professore Onorario e da Roberta Rizzo, Professoressa Ordinaria di Microbiologia del Dipartimento di Scienze Chimiche Farmaceutiche ed Agrarie dell’Ateneo, hanno messo a punto un nuovo tipo di polimero antibatterico e antivirale. La macromolecola studiata a Unife può essere utilizzata sulle superfici contaminate per abbattere in pochi minuti un altissimo numero di unità virali. Compresi i virus responsabili della Covid-19.

“Tra una varietà di agenti antimicrobici attualmente in uso, i polimeri stanno ricavando uno spazio sempre più importante come alternativa ai biocidi molecolari esistenti – spiega il Professor Carlo Alberto Bignozzi – Il nuovo polimero può essere facilmente solubilizzato in soluzioni alcoliche e distribuito per spray su qualsiasi superficie. Inoltre è dotato di una forte capacità di aderenza alle superfici, grazie a interazioni di Van-Deer Walls”.

“I test eseguiti sui film polimerici – prosegue la Professoressa Roberta Rizzo – hanno dimostrato che la formulazione è in grado di inibire la crescita di 100 miliardi di batteri Gram-positivi, Gram-negativi e della specie fungina Candida albicans e di abbattere fino ad un milione di unità virali 229E (una specie di coronavirus) e SARS-CoV-2 in un tempo di contatto di 5 minuti. I film polimerici aderiscono alle superfici di qualsiasi materiale e sono perfettamente trasparenti e insolubili in acqua, caratteristiche ideali per applicazioni dove l’attività antibatterica e antivirale deve essere mantenuta nel tempo”.

I risultati dello studio “Transparent Polymeric Formulations Effective Against SARS-CoV-2 infection” sono stati accettati e verranno pubblicati sul “Acs Journal Of Applied Materials & Interfaces” (IF 9.229).

Le autrici e gli autori dello studio sono: Gentili, Valentina; Pazzi, Daniele; Rizzo, Sabrina; Schiuma, Giovanna; Marchini, Edoardo; Papadia, Stefania; Sartorel, Andrea; Di Luca, Dario; Caccuri, Francesca; Bignozzi, Carlo; Rizzo, Roberta.

Nella fotografia: da sinistra: Edoardo Marchini, Carlo Alberto Bignozzi, Valentina Gentili, Roberta Rizzo, tra gli autori e le autrici dello studio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *