Covid nel ferrarese: 64 nuovi positivi e 108 nuovi guariti. Sette decessi

Il trend dei nuovi positivi al covid nel ferrarese continua a essere più basso rispetto ai giorni precedenti.

Rispetto a ieri sono stati fatti anche più tamponi ma il numero dei nuovi casi rimane più basso. Rimangono però tanti, purtroppo, i decessi in territorio estense.

Sette decessi per probabili complicazioni apportate da covid nelle ultime ore nel ferrarese, persone tra i 76 e i 100 anni. Un tragico bilancio aggiornato giorno dopo giorno che vede avvicinarsi alle 500 vittime decedute sul territorio estense da inizio pandemia.

Gli unici dati positivi dal bollettino covid arrivano dai nuovi positivi e guariti: 108 le persone che nelle ultime ore sono guarite dal coronavirus, di gran lunga di più dei ferraresi che nello stesso lasso di tempo hanno contratto il virus, 64; un trend, quello dei nuovi guariti superiore ai nuovi positivi, che si spera si consolidi in questi giorni.

Nuovi casi che sono leggermente di più rispetto a martedì, lo ricordiamo sono 64, il giorno precedente erano 56, ma nelle ultime ore sono stati eseguiti molti più tamponi e quindi si abbassa notevolmente la percentuale nel ferrarese del rapporto nuovi positivi/tamponi effettuati. In proporzione poi, in questo periodo, è maggiore l’incidenza sui nuovi positivi delle persone che presentano sintomi da covid, in un territorio in cui si registravano tantissimi asintomatici.

Rimane però alta l’attenzione sugli ospedali estensi in cui si sta lottando contro il covid, in cui la saturazione dei posti letto rimane alta ma abbastanza stabile rispetto a martedì.

Se ci spostiamo a livello regionale, in Emilia-Romagna su oltre 20.600 tamponi effettuati, poco più di mille i nuovi positivi, circa lo stesso numero di martedì, in calo i guariti ma fortunatamente diminuiscono i casi attivi, ovvero le persone che attualmente hanno il covid. 64 i decessi tra gli emiliano romagnoli, in calo rispetto a martedì quando erano 75.

 

-AGGIORNAMENTO MARTEDì 19 GENNAIO- Covid nel ferrarese: crollo dei nuovi casi, nelle ultime ore più guariti che positivi

56 nuove persone sono risultate positive al coronavirus nel ferrarese, il numero dei tamponi è simile al giorno precedente anche se i nuovi casi erano molti di più, 135, martedì invece, lo ricordiamo, 56.

Un dato confortante e la speranza è che il trend di nuovi positivi si abbassi in territorio estense dopo giorni in cui nel ferrarese si sono registrati numeri molto alti.

Rimane fortunatamente importante il numero dei guariti dal covid in un solo giorno nel ferrarese, quasi cento persone sono guarite nelle ultime ore, e si conferma anche nel territorio estense il trend che si sta registrando a livello regionale. Ovvero, il numero dei guariti supera quello dei nuovi positivi.

Se guardiamo alla situazione ospedali estensi, cala la pressione sull’ospedale di Cona, l’occupazione dei posti letto per pazienti affetti dal coronavirus diminuisce, nelle ultime ore, dal 97% al 94%.

Si registrano purtroppo ancora decessi nel ferrarese, lunedì erano sei, martedì due, entrambe donne di 63 e 87 anni. Trend inverso in Emilia-Romagna, dove aumenta il numero dei decessi. In regione, dai 51 di lunedì, in un solo giorno, siamo passati alle 75 vittime di martedì.

Però come detto in precedenza, i nuovi positivi continuano a essere meno dei guariti, poco più di mille nuovi casi contro quasi 2mila i guariti in Emilia-Romagna nelle ultime ore.

Altro dato incoraggiante a livello regionale, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è fortunatamente crollata al 4,3%.

 

-AGGIORNAMENTO LUNEDì 18 GENNAIO- Covid nel ferrarese: 135 nuovi casi e sei decessi

Continuano a essere importanti i numeri dell’epidemia da coronavirus nel ferrarese, a livello di nuovi contagi il dato ferrarese è tra i più alti in regione, dopo Modena e Bologna.

135 nuovi casi nel ferrarese. Alto però, e questa volta è un buon dato, anche il numero delle persone guarite dal virus: 104 guariti nel ferrarese, un dato in crescita rispetto a domenica.

Non si fermano purtroppo, i decessi per probabili complicazioni apportate da covid nel territorio estense. Sei persone, tra i 60 e i 94 anni, sono decedute.

Rimane poi alta la pressione sugli ospedali ferraresi, a Cona ad esempio l’occupazione dei posti letto attualmente destinati ai pazienti affetti da coronavirus è al 97%. Purtroppo aumentano i ricoveri in ospedale in Emilia Romagna, dove però il numero dei guariti supera quello dei nuovi positivi, 1700 contro 1150 nuovi casi.

51 i decessi in regione nelle ultime ore, sei di queste vittime sono ferraresi.

Capitolo vaccini, superate le 10 mila vaccinazioni nel ferrarese mentre a livello regionale si sta raggiungendo quota 120 mila dosi complessive somministrate. E sui vaccini Pfizer-BioNtech, l’assessore regionale Donini scrive al ministro Speranza e al commissario Arcuri: “L’Emilia-Romagna pronta ad accelerare, necessarie garanzie sul mantenimento delle dosi previste per la prossima settimana e sul recupero in tempi rapidissimi di quelle non consegnate” dice. Nel giorno dell’avvio in regione del secondo giro di somministrazioni per i richiami, il titolare della delega alle Politiche per la salute chiede rassicurazioni sul calendario delle forniture, ridotte del 50% tra il 18 e il 24 gennaio rispetto a quanto previsto.

 

-AGGIORNAMENTO DOMENICA 17 GENNAIO- Covid-19: a Ferrara 97 nuovi casi positivi, cinque decessi e 639 persone vaccinate

97 nuovi casi di positività al covid-19, 4 ricoveri all’ospedale di Cona, di cui uno in terapia intensiva, 5 decessi e 639 persone vaccinate. Questi i dati del bollettino quotidiano sull’emergenza coronavirus relativi al 17 gennaio in provincia di Ferrara

A perdere la vita sono stati tre donne e due uomini. Tra le vittime anche una 80enne di Ferrara deceduta lo scorso 30 dicembre, all’ospedale del Delta. La paziente era ospite della Cra Santa Chiara di Ferrara. Con questo bollettino di contano in totale 480 le vittime per complicanze da covid-19 sul territorio ferrarese da inizio emergenza (260 donne e 220 uomini )

Il nuovo bollettino annovera anche 3 nuovi ricoveri al S.Anna di Cona per covid positivo e un ricovero in terapia intensiva

Dei 97 nuovi casi positivi, emersi su 672 campioni refertati, 29 sono asintomatici e 68 sono senza sintomi: 42 sono stati individuati con il sistema del contact-tracing, 5 attraverso screening su specifiche categorie d’interesse, 1 con un test pre ricovero. 10 provengono da focolai già noti e 88 da casi sporadici.

Nelle ultime 24 ore si contano anche 323 persone entrate in isolamento domiciliare, 241 quelle che invece sono uscite

Sono 58 le persone giudicate guarite nelle strutture dell’Ausl e 2 quelle dimesse dal S.Anna di Cona

Continuano anche le vaccinazioni anticovid: sul territorio dal 27 dicembre sono state erogate 9.697 vaccinazioni. Nella giornata di sabato 16 gennaio sono state vaccinate 639 persone, di cui 157 nelle Cra e nelle Strutture per Anziani

 

COMUNICATO REGIONE EMILIA-ROMAGNA del 17 gennaio 2021

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 201.988 casi di positività, 1.437 in più rispetto a ieri, su un totale di 14.723 tamponi (12.110 molecolari e 2.613 antigenici rapidi) eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’9,7%. Dall’altro ieri, infatti, a livello nazionale viene preso in considerazione il numero complessivo di tamponi fatti, molecolari e rapidi, anche base di raffronto dei nuovi positivi. Lo stesso avviene nelle regioni.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 690 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 334 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 588 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46,8 anni.

Sui 690 asintomatici, 413 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 83 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 35 con gli screening sierologici, 12 tramite i test pre-ricovero. Per 147 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 240 nuovi casi, poi Bologna (214), Rimini (174), Reggio Emilia (169) e Ravenna (125). Seguono Piacenza (100), Forlì (98), Cesena (87); quindi Parma (75) e il Circondario Imolese (58).

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 12.110 tamponi, per un totale di 2.795.385. A questi si aggiungono anche 145 test sierologici e 2.613 tamponi rapidi effettuati da ieri.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.844 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 138.411.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 54.381 (-448 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 52.068 (-472), il 95% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 41 nuovi decessi: 7 a Piacenza (tre donne di 81, 87 e 88 anni e 4 uomini, due di 81 anni, uno di 71 e uno di 89), 4 in provincia di Parma (3 donne, di 76, 85 e 86 anni, e un uomo di 88 anni); 8 nel modenese (5 donne – rispettivamente di 71, 78 e 85 anni e due di 89 anni – e 3 uomini, di cui 2 di 89 anni e uno di 83); 1 in provincia di Bologna (1 donna di 87 anni deceduta però a Ferrara); 4 in provincia di Ferrara (2 donne di 78 e 82 e due uomini di 85 e 86 anni), 8 in provincia di Ravenna (3 donne – rispettivamente di 69, 76 e 90 anni – e 5 uomini rispettivamente di 80, 81, 86, 90 e 91 anni); 3 decessi nella provincia di Forlì-Cesena (1 uomo di 83 anni e due donne di 85 e 92 anni) e 6 nella provincia di Rimini (2 donne – rispettivamente di 90 e 92 anni – e 4 uomini rispettivamente di 78, 82, 83 e 90). Non si registrano decessi nella provincia di Reggio Emilia.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 8.746.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 234 (+3 rispetto a ieri), 2.529 quelli negli altri reparti Covid (+21).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 17 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 13 a Parma (invariato), 18 a Reggio Emilia (invariato), 47 a Modena (+2), 46 a Bologna (invariato), 13 a Imola (+1), 29 a Ferrara (+1), 15 a Ravenna (-2), 3 a Forlì (invariato), 6 a Cesena (invariato), 27 a Rimini (+1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 17.460 a Piacenza (+100 rispetto a ieri, di cui 49 sintomatici), 14.402 a Parma (+75, di cui 29 sintomatici), 27.071  a Reggio Emilia (+169, di cui 56 sintomatici), 35.994 Modena (+240, di cui 159 sintomatici), 40.037 a Bologna (+214, di cui 122 sintomatici), 6.408 casi a Imola (+58, di cui 24 sintomatici), 11.351 a Ferrara (+97, di cui 29 sintomatici), 15.396 a Ravenna (+125, di cui 65 sintomatici), 7.247 a Forlì (+98, di cui 73 sintomatici), 8.270 a Cesena (+87, di cui 65 sintomatici) e 18.352 a Rimini (+174, di cui 76 sintomatici)

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, in questa prima fase riguardante il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani: il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale on line, sul nuovo portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *