Covid nel ferrarese, ancora sei decessi. Tornano a crescere i guariti

Tornano a crescere i decessi per probabili complicazioni da covid nel ferrarese, sei persone tra i 70 e i 95 anni.

Territorio estense che ha il triste primato regionale odierno per quanto riguarda le vittime, nel resto dell’Emilia-Romagna i decessi sono stati 19.

Nel ferrarese crescono considerevolmente i nuovi guariti in un giorno, 109 persone, e nello stesso lasso di tempo diminuiscono i nuovi positivi, 51. Si è abbassata l’età media dei nuovi positivi, martedì sotto la soglia dei 40 anni, a 39,6 anni, stessa media regionale.

Situazione di stasi negli ospedali estensi in cui vengono curati i pazienti affetti da covid, in leggera crescita invece l’occupazione a livello regionale.

L’aggiornamento in Emilia-Romagna, su più di 35mila tamponi effettuati, vede quasi 1600 nuovi positivi, con un tasso di incidenza al 4,5%. Oltre 1.300 i guariti a livello regionale.

Capitolo vaccinazioni. Fino ad ora sono stati immunizzati quasi 11.180 ferraresi, lunedì quasi 800 le dosi di vaccino somministrate, a pieno regime nel ferrarese dovrebbero arrivare a quattro mila al giorno. Intanto, in totale, sono 131 mila gli emiliano romagnoli immunizzati. In regione poi, prossimamente, anche il personale universitario potrà vaccinarsi dai medici di base.

Quando la campagna vaccinale per il personale scolastico sarà conclusa, si partirà con l’Università. Al via nel frattempo le prenotazioni per il personale scolastico emiliano romagnolo, potenzialmente circa 120mila persone. I medici di famiglia avrebbero iniziato a raccogliere le disponibilità per i primi appuntamenti; le sedute vaccinali saranno organizzate in gruppi distinti di 10 persone, naturalmente con orari scadenzati per evitare assembramenti.

 

-AGGIORNAMENTO LUNEDì 22 FEBBRAIO- Covid nel ferrarese: crescono ricoveri e nuovi positivi. Due decessi dopo la tregua

In peggioramento, rispetto a ieri, i dati del bollettino odierno del coronavirus nel ferrarese.

Due nuovi decessi nel ferrarese dopo al tregua di domenica, due donne di 91 anni, alle quali si aggiungono altri 21 decessi nel resto dell’Emilia-Romagna.

Anche i ricoveri in terapia intensiva in territorio estense sono in aumento. Tornano a riempirsi i reparti covid degli ospedali ferraresi che ricoverano i pazienti affetti dal virus, soprattutto a Cona dove l’occupazione dei posti letto passa dal 79 all’82% tra domenica e oggi.

Crescono anche i nuovi positivi in territorio estense, 124 i nuovi contagi, ieri erano 74.

Lunedì 47 ferraresi sono guariti dal covid, pochi di più rispetto al dato di domenica.

A livello regionale, l’aggiornamento vede quasi 1900 nuovi positivi in totale tra gli emiliano-romagnoli: aumentano i guariti (+1.325).

 

-AGGIORNAMENTO DOMENICA 21 FEBBRAIO- Covid-19: a Ferrara 74 nuovi positivi, di cui 21 con sintomi. Nessun decesso

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 246.020 casi di positività, 1.852 in più rispetto a ierisu un totale di 20.349 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 9,1%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dagli 85 anni in su (dal 1^ marzo prenotazioni aperte anche per quelle dagli 80 agli 84 anni).

Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento, https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate.

Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 325.022 dosi, cui 2.906 oggi sempre a quell’ora; sul totale, 130.462 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 777 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 520 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 737 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 41,7 anni.

Sui 777 asintomatici, 459 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 75 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 27 con gli screening sierologici, 7 tramite i test pre-ricovero. Per 209 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 508 nuovi casi, seguita da Modena (295); poi Reggio Emilia (258), Ravenna (148), Rimini e Parma (entrambe con 135 nuovi casi di positività) e Imola (107). Seguono Cesena (85), Ferrara (74), Forlì (66) e, infine, Piacenza (41).

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 12.714 tamponi molecolari, per un totale di 3.283.741. A questi si aggiungono 7.635 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 914 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 199.647.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 36.028 (+897 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 33.905 (+849), il 94,1% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 41 nuovi decessi: 3 nel piacentino (3 uomini rispettivamente di 60, 84 e 86 anni); 1 nella provincia di Parma (un uomo di 78 anni), 1 anche quella di Reggio Emilia (una donna di 86 anni), 4 a Modena (3 donne di 60, 63 e 90 anni e un uomo di 78 anni), 23 in provincia di Bologna (11 donne di 72, 74, 76, 78 82, 83, 87, 88, 93, due di 97 anni, più 12 uomini di 42, 48,  due di 79, uno di 81, 83, 85, 86, 87, 91, 94 e 99 anni), 1 nel ravennate (un uomo di 85 anni), 3 in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 91 anni e due uomini 64 e 76 anni),  4 nel riminese (una donna 96 anni e tre uomini rispettivamente di 78, 89 e 92 anni) e 1 originario di un’altra regione. Nessun decesso a Ferrara.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 10.345.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 184 (+8 rispetto a ieri), 1.939 quelli negli altri reparti Covid (+40).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 11 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 9 a Parma (invariato), 16 a Reggio Emilia (+1), 43 a Modena (+4), 54 a Bologna (invariato), 12 a Imola (+2), 14 a Ferrara (invariato), 2 a Ravenna (inviariato), 2 a Forlì (invariato), 6 a Cesena (invariato) e 15 a Rimini (+1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: a Piacenza 19.585 (+41 rispetto a ieri, di cui 28 sintomatici), 17.008 a Parma (+135, di cui 86 sintomatici), 31.757 a Reggio Emilia (+258, di cui 132 sintomatici), 42.947 a Modena (+295, di cui 170 sintomatici), 49.750 a Bologna (+508, di cui 297 sintomatici), 8.516 casi a Imola (+107, di cui 57 sintomatici), 14.281 a Ferrara (+74, di cui 21 sintomatici), 18.479 a Ravenna (+148, di cui 107 sintomatici), 9.355 a Forlì (+66, di cui 51 sintomatici), 11.077 a Cesena (+85, di cui 57 sintomatici) e 23.265 a Rimini (+135, di cui 69 sintomatici).

A cura Regione Emilia-Romagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *