Area arancione, “l’ultimo aperitivo” prima della chiusura: sanzionati due locali

Non sono mancati i controlli nello scorso fine settimana, per far rispettare le nuove normative. Due i titolari di locali sanzionati.

In particolare sabato scorso, l’ultimo giorno prima dell’entrata dell’Emilia-Romagna in zona arancione che prevede la chiusura sette giorni su sette di bar e ristoranti, la Polizia di Stato ha riscontrato due episodi che hanno portato a sanzioni. La questura, complice “l’ultimo aperitivo” e l’accensione delle luminarie, ha posizionato delle transenne in centro e richiamato con l’altoparlante l’attenzione dei passanti sul distanziamento.

Alle 17:45, poi veniva segnalata agli agenti, all’interno di un locale, gruppetti di ragazzi seduti ai tavoli, più di quattro per tavolo, fino ad arrivar a venti per tavolo dove si stava festeggiando un compleanno.

Il titolare del locale è stato sanzionato, come il gestore del locale di via Carlo Mayr che avrebbe servito da bere dopo le 18, orario in cui doveva scattare il divieto di somministrazione. Qui gli animi si sarebbero scaldati, alcuni avventori avrebbero rivolto frasi ingiuriose agli agenti tanto che sono arrivati, in rinforzo, altre pattuglie della polizia e dei carabinieri, per cercare di calmare e allontanare le persone.

Entrambe le violazioni saranno trasmesse alla Prefettura, e non è da escludere una sanzione accessoria che prevede una chiusura totale dell’attività da 5 a 30 giorni.

In tutto, la polizia, in questo fine settimana ha controllato 290 persone e 23 tra esercizi e attività commerciali. Cinque le persone sanzionate per mancato uso della mascherina all’aperto e due per aver circolato dopo le 22 senza giustificato motivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *