Covid nel ferrarese, Usl: “Situazione ospedaliera in miglioramento”

Emergenza covid nel ferrarese, la situazione sanitaria è in miglioramento dicono dall’azienda Usl. Continua a essere alto il numero dei nuovi guariti. Purtroppo, però, otto persone sono decedute a causa delle complicazioni apportate dal virus.

Per l’azienda Usl “la situazione ospedaliera è migliorata” negli ultimi giorni in cui le terapie intensive starebbero “respirando”. Stabilità sul territorio in termini di contagio, tra un giorno e l’altro si registra anche un calo, mentre continua a essere fortunatamente alto il numero dei nuovi guariti, 203 persone. Nello stesso lasso di tempo, 42 ferraresi invece hanno contratto il virus, lunedì erano molte di più, 101, riscontrati su un numero simile di tamponi effettuati.

Ma purtroppo i decessi nel ferrarese non si fermano: otto le persone decedute per probabili complicazioni apportate da coronavirus, tra i 62 e i 107 anni, tutti avevano patologie pregresse.

A questi si aggiungono altri 37 decessi registrati in Emilia-Romagna nel bollettino odierno, ma in regione si registra un forte calo del tasso d’incidenza del numero dei nuovi positivi, 977, sui tamponi effettuati, 30 mila, che porta la percentuale al 3,2%.

 

-AGGIORNAMENTO LUNEDI’ 8 FEBBRAIO- Covid-19, a Ferrara 101 nuovi positivi e due decessi

Sono 101 i nuovi positivi al virus della sars-cov-2 registrati nelle ultime ore, nel territorio ferrarese, emersi da 186 tamponi refertati. Dei nuovi casi positivi 24 presentano sintomi e 77 sono asintomatici (di cui 40 individuati con il sistema del contact-tracing)

254 le persone entrate in quarantena nella propria abitazione nelle ultime 24 ore, 279 quelle uscite dall’isolamento domiciliare

I nuovi ricoveri nei reparti covid dell’ospedale S.Anna sono 6, di cui 5 covid positivo ed un ricovero in Terapia Intensiva. A livello provinciale resta comunque invariato (24) il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva: al S.anna di Cona nei reparti Covid sono ricoverati 102 pazienti su 119 posti letto disponibili (si cui 18 in Terapia intensiva). All’ospedale del Delta di Lagosanto i ricoverati sono 67 su 88 posti disponibili di cui 4 in Terapia Intensiva mentre all’ospedale SS.Annunziata di Cento sono 52 su 62 posti letto occupati.

Nel territorio ferrarese si registrano purtroppo ancora due decessi provocati da covid-19: si tratta di una donna di 95 anni di Vigarano Mainarda (deceduta il 5 febbraio) ed un uomo di di 65 anni di Ferrara. Sale ora a 581 il numero delle vittime in provincia di Ferrara da inizio pandemia: 316 donne e 263 uomini

Sono 158 le persone dichiarate clinicamente guarite nel ferrarese dal Dipartimento di Salute Pubblica

Continua la campagna vaccinale anticovid sono in totale 20.870 quelle effettuate dal 27 dicembre al 7 febbraio: di queste 12.690 sono prime dosi e 8.180 seconde dosi)

 

COMUNICATO REGIONE EMILIA-ROMAGNA del 8 FEBBRAIO 2021

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 228.198 casi di positività, 1.273 in più rispetto a ieri, su un totale di 10.990 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’11,6%, dato che come ieri risente del minor numero di tamponi fatti nei fine settimana, e in gran parte su casi per i quali la positività è attesa.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, oltre che gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni. Da domani, oltre alle nuove forniture di dosi di Moderna e Pfizer-Biontech, si aggiungeranno anche quelle di AstraZeneca.

Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid. Con la nuova versione aggiornata è possibile sapere anche quante sono le seconde dosi somministrate.

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 261.802 dosi, di cui 3.080 oggi; sul totale, 118.972 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 613 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 355 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 494 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 40 anni.

Sui 613 asintomatici, 382 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 28 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 21 con gli screening sierologici, 10 tramite i test pre-ricovero. Per 172 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna, con 290 nuovi casi, e Modena (265); poi Rimini (129), Reggio Emilia (105), Ferrara (101); quindi Cesena (85), Parma (82), Imola (78). Seguono le province di Ravenna (55), Forlì (54), e Piacenza (29).

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 8.036 tamponi molecolari, per un totale di 3.088.607. A questi si aggiungono anche 29 test sierologici e 2.954 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.728in più rispetto a ieri e raggiungono quota175.556.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 42.773 (-487 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 40.588 (-541), il 94,9% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 32 nuovi decessi: 2 a Piacenza (un uomo di 58 e uno di 63 anni); 1 a Reggio Emilia (una donna di 86 anni); 5 nella provincia di Modena (tre donne – due di 88 e una di 92 anni – e due uomini, di 77 e 92 anni); 15 in provincia di Bologna (7 donne – di 77, 79, 81, 83, 90, 93 e 101 anni, e 8 uomini – di 64, 70, 71, 76, 77, 87, 91 e 92 anni); 2 nel ferrarese (una donna di 94 e un uomo di 64 anni); 2 in provincia di Ravenna (una donna di 92 e un uomo di 84 anni); 5 nel riminese (una donna di 90 anni e 4 uomini di 56, 72, 84 e 96 anni). Nessun decesso nelle province di Parma e Forlì-Cesena.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 9.869.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 183 (+2 rispetto a ieri), 2.002 quelli negli altri reparti Covid (+52).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti:13 a Piacenza (-1), 10 a Parma (numero stabile rispetto a ieri), 18 a Reggio Emilia (+1), 34 a Modena (-1), 44 a Bologna (+2), 13 a Imola (invariato), 24 a Ferrara (invariato), 4 a Ravenna (+1), 2 a Forlì (invariato), 4 a Cesena (invariato) e 17 a Rimini (invariato).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 18.876 a Piacenza (+29 rispetto a ieri, di cui 18 sintomatici), 15.884 a Parma (+82, di cui 59 sintomatici), 30.072 a Reggio Emilia (+105, di cui 56 sintomatici), 40.103 a Modena (+265, di cui 166 sintomatici), 45.191 a Bologna (+290, di cui 151 sintomatici), 7.447 casi a Imola (+78, di cui 33 sintomatici), 13.370 a Ferrara (+101, di cui 24 sintomatici), 17.133 a Ravenna (+55, di cui 27 sintomatici), 8.670 a Forlì (+54, di cui 35 sintomatici), 9.982 a Cesena (+85, di cui 54 sintomatici) e 21.470 a Rimini (+129, di cui 37 sintomatici)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *