Covid nel ferrarese, sei decessi a Pasqua. Vaccinazioni in calo

Aumentano leggermente i nuovi positivi nel ferrarese, calano i nuovi guariti ma nel giorno di Pasqua, sei persone sono decedute all’ospedale di Cona.

E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano dell’emergenza coronavirus.

La Domenica di Pasqua, sei persone sono decedute all’ospedale di Cona per probabili complicazioni apportate da covid. Il più giovane, un comacchiese di 50 anni, e poi un centese di 61 anni, e tre uomini tra i 72 e gli 81 anni, vittima anche una laghese di 72 anni. 32 invece i decessi nel resto dell’Emilia-Romagna.

La curva epidemiologica non accenna a fermarsi. Cresciuti i nuovi positivi rispetto al giorno precedente, 143 nuovi contagi, e calano drasticamente nello stesso lasso di tempo i nuovi guariti: 92 mentre il giorno prima erano 171. Da tenere conto, però, che il numero di tamponi eseguiti la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni, nel ferrarese solo 258 test. Inoltre, nei festivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo.

Anche la pressione sugli ospedali covid estensi rimane importante. In crescita l’occupazione dei posti letto nei reparti covid degli ospedali del Delta e di Cento, in calo invece a Cona.

Capitolo vaccini. Dopo le duemila vaccinazioni eseguite nel ferrarese venerdì e le oltre 1700 di sabato, in calo domenica, il giorno di Pasqua, le dosi somministrate che sono state 1301, e hanno fatto salire a 86.301 le vaccinazioni totali sul territorio estense. In Emilia-Romagna ci stiamo avvicinando al milione di dosi totali.

L’aggiornamento dell’emergenza in regione, invece, vede nel bollettino emiliano romagnolo 1.493 nuovi positivi, 1.437 i guariti. Cresciuti i posti letto occupati nei reparti covid degli ospedali emiliano-romagnoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *