Covid, 163 nuovi positivi nel ferrarese. In E-R primo stock da 170mila dosi di vaccino

-AGGIORNAMENTO MERCOLEDì 25 NOVEMBRE-

In arrivo “nei prossimi mesi” in Emilia-Romagna le prime dosi del vaccino anti-Covid che saranno somministrate a 170 mila operatori sanitari e ospiti delle strutture sociosanitarie e socio-assistenziali.

Lo afferma la Regione la quale sottolinea che saranno utilizzati per le categorie più esposte e più fragili.

Intanto i numeri dell’epidemia nel ferrarese rimangono stabili ma non calano.

E purtroppo i decessi continuano: due nel ferrarese, un comacchiese di 70 anni e una centese di 77 anni, che si aggiungono alle altre 52 vittime in regione Emilia-Romagna delle scorse ore.

Capitolo ospedali. Dodici nuovi ricoveri a Cona nelle ultime ore, in terapia intensiva due in più dopo il calo di ieri. Due guariti o dimessi dal Sant’Anna, numero in calo rispetto a ieri.

Crescono intanto i posti occupati nei reparti covid di Cona.

163 i nuovi positivi nel ferrarese, e il rapporto dei nuovi casi sul numero dei tamponi effettuati è stabile rispetto a ieri e si attesta al 22%. Se 163 persone hanno avuto il tampone positivo, 94 si sono negativizzate nelle scorse ore nel ferrarese.

 

-AGGIORNAMENTO MARTEDì 24 NOVEMBRE- Covid, tornano a crescere i numeri nel ferrarese: tre decessi e 169 nuovi casi

Nel ferrarese tornano a crescere i decessi, i nuovi positivi e i ricoveri all’ospedale di Cona, ma anche i dimessi o guariti.

Decessi che crescono anche in Emilia-Romagna rispetto a ieri, 55 vittime, tre di queste sono del ferrarese. La più giovane un centese di 65 anni. Le altre due persone decedute avevano patologie pregresse concomitanti, e si tratta di una ferrarese di 81 anni e un copparese di 83 anni.

Tornano a crescere anche i ricoveri al Sant’Anna, otto, ma anche i dimessi, sei. Rimane pressoché stabile l’occupazione dei posti letto negli ospedali covid ferraresi mentre cala di un posto letto occupato nelle terapie intensive.

Tornano a crescere invece i numeri dei nuovi casi positivi sui tamponi eseguiti. Oggi 169 nuovi contagiati nel ferrarese, quasi tutti senza sintomi, e il rapporto sale al 22,4%, ieri era al 20%. Trend inverso a quello regionale. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 12,7%, ieri era più alta, 20,3%. A livello emiliano romagnolo calano i ricoverati, anche in terapia intensiva.

 

-AGGIORNAMENTO LUNEDì 23 NOVEMBRE- Covid nel ferrarese, situazione stabile. Medici rispondono ad appello

Covid. Come ha confermato oggi anche il direttore generale dell’azienda Usl di Ferrara, Monica Calamai, da giorni la situazione dell’emergenza sanitaria nel ferrarese è stabile.

Lo confermano anche i numeri, che oggi sono in miglioramento rispetto a ieri su tutti i fronti.

In calo i nuovi positivi, 105 oggi, 112 ieri sullo stesso numero di tamponi refertati in entrambi i giorni. 82 gli asintomatici, i nuovi casi con sintomi rimangono molto bassi.

Diminuiti anche i nuovi ricoveri all’ospedale di Cona. Tre quelli di oggi, ieri erano otto, mentre sono due le persone al Sant’Anna guarite o dimesse. La capienza in tutti gli ospedali covid estensi è stabile negli ultimi giorni come sono stabili i ricoveri in terapia intensiva nel ferrarese e a livello regionale.

Purtroppo i decessi per complicazioni apportate da covid non si fermano. E’ venuto a mancare un copparese di 88 anni con patologie pregresse mentre in Emilia-Romagna sono 34 in totale le vittime, ieri erano 38.

Anche a livello regionale, come nel ferrarese, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è stabile rispetto a ieri, poco più del 20%.

Intanto, l’Ordine di Ferrara ha comunicato che trenta medici, giovani e meno giovani, in attività o in pensione, hanno risposto all’appello di dare una mano, nel tempo libero, in questa fase delicata dell’emergenza coronvarirus. Trenta professionisti daranno quindi il proprio contributo nelle attività di contac tracing e nell’esecuzione di tamponi, in supporto, al Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Ferrara.

 

-AGGIORNAMENTO DOMENICA 22 NOVEMBRE- Covid-19: a Ferrara 112 positivi e ancora 4 vittime, due erano ospiti della Cra Ripagrande

112 nuovi casi di positività, di cui 101 asintomatici emersi con 696 tamponi effettuati. 84 nuove persone entrate in isolamento domiciliare, 584 quelle uscite. 11 ricoveri in reparti covid positivi al S.Anna di cui 3 in terapia intensiva. 39 persone guarite e quattro dimesse dall’ospedale di Cona

Questi in sintesi i numeri del bollettino della sanità ferrarese relativo alle ultime 24 ore. Purtroppo si registrano ancora 4 vittime per complicanze da covid. Si tratta di due uomini (uno residente a Comacchio e l’altro a Tresignana) di 76 e 88 anni e di due donne (entrambe di Ferrara) di 80 e 82 anni. Tre sono deceduti all’ospedale S.Anna di Cona ed uno al Delta di Lagosanto. Due di loro erano ospiti della Cra Ripagrande di Ferrara e tutti avevano patologie pregresse concomitanti.

COMUNICATO STAMPA Regione Emilia-Romagna del 22 novembre 2020

In Emilia-Romagna, su 13.114 tamponi sono 2.665 i nuovi positivi, di cui 1.311 asintomatici emersi da screening regionali e attività di contact tracing. 433 i guariti, mentre il 96,3% dei casi attivi si trova in isolamento a cas,a senza sintomi o con sintomi lievi. Effettuati anche 2.056 test sierologici. L’età media dei nuovi positivi è di 45,4 anni. 38 decessi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 105.729 casi di positività, 2.665 in più rispetto a ieri, su un totale di 13.114 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di nuovi tamponi fatti è oggi dell’20,3%.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.311 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 340 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 512 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45,4 anni.

Su 1.311 asintomatici, 508 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 114 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 26 con gli screening sierologici, 7 tramite i test pre-ricovero. Per 656 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Bologna con 562 nuovi casi, Modena con 471, Reggio Emilia con 353, poi Rimini (340), Ravenna (214), Piacenza (183), Parma (129), e Ferrara (112). L’area di Forlì (102), Imola (107) e Cesena (92).

Questi, dunque, i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 13.114 tamponi, per un totale di 1.990.596. A questi si aggiungono anche 2.056 test sierologici.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 67.274 (2.194 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 64.359 (+2.114 rispetto a ieri), il 96,3% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 38 nuovi decessi: 16 in provincia di Modena (12 uomini di 73, 74, 80, 85, 86, 87, 91, 95 e 96 anni e 4 donne di 84, 91, 93 e 100 anni) 5 in quella di Bologna, tutti nell’imolese (5 uomini di 45, 77, 78, 85 e 92 anni), 4 in quella di Reggio Emilia (4 uomini di 72, 79, 85 e 86 anni),  4 in quella di Ravenna (due uomini di 82 e 91 anni e due donne di 71 e 76 anni), 4 in quella di Ferrara (due uomini di 76 e 88 anni e due donne di 80 e 82 anni), 2 in quella di Piacenza (due donne di 60 e 91 anni),  2 a Parma (2 uomini di 81 e 83 anni), un decesso a Rimini (un uomo di 77 anni), nessun decesso in provincia di Forlì-Cesena Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.350.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 249 (+ 8 rispetto a ieri), 2.666 quelli in altri reparti Covid (+72). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 14 a Piacenza (-1 rispetto a ieri), 14 a Parma (+1 rispetto a ieri), 29 a Reggio Emilia (+1), 64 a Modena (invariato), 60 a Bologna (+1), 4 a Imola (invariato), 20 a Ferrara (+3),12 a Ravenna (+1), 6 a Forlì (invariato), 1 a Cesena (invariato) e 25 a Rimini (+2).

Le persone complessivamente guarite salgono a 33.105 (+433 rispetto a ieri).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 11.192 a Piacenza (+183 rispetto a ieri, di cui 31 sintomatici), 9.027 a Parma (+129, di cui 71 sintomatici), 15.417 a Reggio Emilia (+353, di cui 293 sintomatici),19.152 a Modena (+471 di cui 205 sintomatici), 21.043 a Bologna (+562, di cui 304 sintomatici), 2.676 casi a Imola (+107, di cui 48 sintomatici), 5.093 a Ferrara (+112, di cui 11 sintomatici), 6.548 a Ravenna (+214, di cui 78 sintomatici), 3.925 a Forlì (+102, di cui 76 sintomatici), 3.275 a Cesena (+92, di cui 69 sintomatici) e 8.381 a Rimini (+340, di cui 168 sintomatici)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *