Covid, crescono i guariti anche nel ferrarese. In E-R decessi in aumento

-AGGIORNAMENTO GIOVEDì 3 DICEMBRE-

In un giorno crescono i guariti dal covid nel ferrarese, e si avvicinano al numero dei nuovi positivi.

Nelle ultime ore, 104 nuovi casi sul territorio estense, 30 di questi presentavano sintomi. 99 i guariti. Giovedì quindi 104 nuovi positivi, mercoledì erano di più, 119, ma con più tamponi eseguiti.

Ancora un decesso, purtroppo, per complicazioni apportate da covid nel ferrarese, una donna di 73 anni della Residenza Malacarne di Ferrara. In aumento i decessi in Emilia-Romagna, mercoledì erano 69, giovedì di più, 85.

Capitolo ospedali. Sette nuovi ricoveri a Cona, cinque i guariti o dimessi dal Sant’Anna. Invariati i posti letto occupati in terapia intensiva nel ferrarese. In totale, negli ospedali covid estensi, la saturazione è in leggero aumento ma tendenzialmente stabile.

1.766 intanto i nuovi positivi in Emilia-Romagna, il tasso regionale di incidenza nuovi positivi sui tamponi è del 9,8%, mercoledì era più bassa, all’8%. Ma la buona notizia è che in regione i guariti, 2.743, continuano a essere più dei nuovi casi. Giù i ricoveri covid degli ospedali in Emilia-Romagna,

Quindi una situazione emiliano-romagnola in miglioramento negli ultimi giorni, ma i decessi continuano a essere molti.

 

-AGGIORNAMENTO MERCOLEDì 2 DICEMBRE- Covid, ancora tanti decessi nel ferrarese. In E-R, guariti superano nuovi positivi

Come stiamo dicendo da diversi giorni, e come confermato ieri dal presidente della Regione, da domenica l’Emilia-Romagna da arancione dovrebbe passare alla zona gialla, il che significa allentamento delle restrizioni, come gli spostamenti tra comuni che torneranno sempre consentiti e la riapertura di bar e ristoranti fino alle 18.

Una decisione che sarà presa dal ministro della salute Speranza in base ai dati regionali e locali che, da un alto, indicano un miglioramento della curva epidemica sul fronte nuovi positivi e pressione sugli ospedali, ma sul lato decessi i numeri anche nel ferrarese sono, purtroppo, importanti.

Continuano a essere tanti i decessi per complicazioni apportate dal covid nel ferrarese, dopo i dieci registrati martedì. 69 nuovi decessi in Emilia-Romagna, in aumento rispetto a martedì, sei di questi sono ferraresi. Persone tra i 77 e i 97 anni, tutti con patologie pregresse concomitanti, due provenivano dalle cra e una da una residenza socio-sanitaria.

Mentre sono purtroppo tante le vittime legate all’infezione da covid, fanno ben sperare gli altri numeri.

Più casi registrati nel ferrarese rispetto a martedì, 119 di cui 31 con sintomi, ma sono stati molti di più i tamponi effettuati rispetto alle 24 ore precedenti, e il tasso di incidenza nuovi positivi sui tamponi effettuati infatti rimane all’incirca stabile mentre è in calo considerevole in Emilia-Romagna. Tanti i guariti dal covid nel ferrarese, martedì, 95, che non supera però i nuovi positivi che ricordiamo sono 119.

Come detto, in regione, in calo i nuovi positivi, 1570, e sono meno dei guariti, più di duemila.

Calano anche i ricoverati in terapia intensiva nel ferrarese e in parallelo calano i ricoverati negli ospdali covid a livello regionale. 12 nuovi ricoveri a Cona, uno in terapia intensiva, quattro i guariti o dimessi dal’Sant’Anna.

 

-AGGIORNAMENTO MARTEDì 1 DICEMBRE- Covid, nove decessi nel ferrarese. Casi e ricoveri in calo in E-R

Emergenza coronavirus, a livello di decessi gli ultimi giorni sono stati tragici nel ferrarese. Migliorano invece, anche in regione, i numeri dei nuovi casi e la situazone negli ospedali rimane pressoché stabile e tendente alla dimunuzione dell’occupazione.

La direzione medica ospedaliera e il dipartimento di sanità pubblica dell’Usl di Ferrara hanno comunicato oggi nove decessi per complicazioni apportate da covid, dieci con il carabiniere di Cento.

La vittima più giovane un 37enne di origine polacca domiciliato ad Ostellato.

Tutte le altre persone decedute avevano patologie pregresse concomitanti.

Una 58enne originaria della città estense domiciliata a Bellaria Igea Marina nel riminese.

Cinque le ferraresi residenti in città decedute, tra gli 83 e i 99 anni, tutte con patologie pregresse concomitanti, tre provenivano dalla cra Residence Service di Ferrara e una dalla Residenza Caterina di Ferrara.

Deceduti anche due uomini, un 74enne di Lagosanto e un vigaranese di 90 anni.

COMUNICATO A CURA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Coronavirus. L’aggiornamento in Emilia-Romagna: su quasi 17mila tamponi effettuati 1.471 nuovi positivi (la percentuale scende all’8,7%), di cui 712 asintomatici da screening regionali e attività di contact tracing. Ricoveri in calo, 1.308 i guariti

Eseguiti anche 1.679 test sierologici. Il 95,8 % dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. L’età media nei nuovi positivi è di 46,7 anni. 52 i decessi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 124.541 casi di positività, 1.471 in più rispetto a ieri, su un totale di 16.816 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è dell’8,7%.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 712 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 376 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 388 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46,7 anni.

Sui 712 asintomatici, 416 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 49 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 21 con gli screening sierologici, 3 tramite i test pre-ricovero. Per 223 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 352 nuovi casi; a seguire Reggio Emilia (199), Ravenna (141), Parma (137), Bologna (136), Piacenza (130), Rimini (121), Ferrara (81). Poi Cesena (88), Forlì (50) e Imola (36).

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

È inoltre disponibile il report periodico sull’andamento della pandemia in Emilia-Romagna: per la seconda volta da fine settembre, il dato sui contagi rilevati ogni cinque giorni mostra una flessione, con 11.791 nuovi casi dal 22 al 26 novembre rispetto ai 11.998 dal 17 al 21 novembre. Il report completo al link: https://bit.ly/36qYuR3

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 16.816 tamponi, per un totale di 2.137.305. A questi si aggiungono anche 1.679 test sierologici.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.308 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 46.894.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 71.842 (+111 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 68.866 (+139), il 95,8% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 52 nuovi decessi: 8 in provincia di Piacenza (5 donne – di 68, 69, 86, 87 e 95 anni – e 3 uomini, di 76, 88 e 91anni); 5 in quella di Parma (una donna di 93 anni e 4 uomini rispettivamente di 67, 71, 72 e 83 anni); 2 in quella di Reggio Emilia (una donna di 96 anni e un uomo di 70); 8 in quella di Modena (4 donne, rispettivamente di 79, 81 92 e 99 anni, e 4 uomini di 81, 84, 91 e 95 anni); 9 nel ferrarese (6 donne rispettivamente di 58, 83, 90, 97 e due di 99 anni; 3 uomini di 37, 74 e 90 anni); 14 a Ravenna (8 donne di cui due di 80 anni, 2 di 88, 1 di 89, 1 di 90, 1 di 91 e una di 93; 6 uomini rispettivamente di 57, 66, 80, 83, 84 e 86 anni); 3 in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 77 anni e due uomini di 71 e  64); 3 nel riminese (2 donne – rispettivamente di 87 e 96 anni – e un uomo di 95 anni). Nessun decesso nella provincia di Bologna.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 5.805.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 247 (-2 rispetto a ieri), 2.729 quelli negli altri reparti Covid (-26).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 15 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 14 a Parma (-1), 34 a Reggio Emilia (invariato), 56 a Modena (-3), 56 a Bologna (invariato), 4 a Imola (invariato), 21 a Ferrara (+1),14 a Ravenna (-2), 7 a Forlì (+1), 3 a Cesena (invariato) e 23 a Rimini (+1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 12.593 a Piacenza (+130 rispetto a ieri, di cui 59 sintomatici), 10.530 a Parma (+137, di cui 111 sintomatici), 17.801 a Reggio Emilia (+199 di cui 101 sintomatici), a 22.800 Modena (+352, di cui 231 sintomatici), 24.188 a Bologna (+136, di cui 48 sintomatici), 3.562 casi a Imola (+36 , di cui 10 sintomatici), 6.117 a Ferrara (+81, di cui 16 sintomatici), 8.201 a Ravenna (+141, di cui 46 sintomatici), 4.588 a Forlì (+50, di cui 27 sintomatici), 4.020 a Cesena (+88, di cui 62 sintomatici) e 10.141 a Rimini (+121, di cui 48 sintomatici).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *