Cresce il contagio in Italia, ma la situazione resta sotto controllo. Crescono anche test e tamponi.

Resta eterogenea e a macchia di leopardo la mappa dei contagi in Italia, mentre crescono i tamponi e i test, per individuare tempestivamente i casi di contagio  importato dai Paesi più a rischio.
Il maggior numero di contagi rilevati, dice il prof. Contini dell’Università di Ferrara, raggiunto oggi al telefono,  è legato  al maggior numero di tamponi e test, che oggi sono in grado di svelare proprio il grande numero di asintomatici.

Nel frattempo, mentre continuano a preoccupare i nuovi focolai di contagi in Francia, Spagna e Germania, ieri allaeroporto Marconi di Bolognaè iniziata la sperimentazione del sistema di diagnosi per chi rientra da Spagna, Grecia, Malta e Croazia. In Italia l’impennata di contagi era prevista, spiega ad Agorà Estate su Raitre l’infettivologo Stefano Vella dell’Università Cattolica di Roma, così come l’abbassarsi dell’età media, perché oggi ci sono più controlli e test, proprio sui giovani e sugli asintomatici. “Per questo, conclude, è importante non abbassare le guardia, perché  il virus c’è e non si è indebolito, negli ospedali ci sono ancora casi gravi ”

Secondo  il monitoraggio settimanale dell’ISS e del Ministero della Salute, conforta, comunque, il dato relativo all’indice di contagiosità Rt , che risulta superiore al valore di 1 solo in cinque regioni – Umbria, Abruzzo, Veneto, Lombardia e Campania. Un dato che non dovrebbe modificare il programma previsto dal Governo per la riapertura delle scuole a settembre come ribadito dalla ministra Azzolina.

Intanto, mentre la cronaca continua a registrare da un lato nuovi focolai, dall’altro nuove guarigioni e dopo la chiusura a scopo cautelativo delle discoteche e la prescrizione volute entrambe dal Ministero della Sanità dell’uso della mascherina dalle 18 alle 6 del mattino anche nei luoghi all’aperto dove ci siano più persone, si attendono i protocolli che governeranno il ritorno a scuola in sicurezza, parziale dal 1° settembre, di tutti gli studenti dal 14.  Ma nell’ex zona rossa di Vo Euganeo il ritorno in classe verrà anticipato al 7 settembre: un rodaggio, ha spiegato il Sindaco, in attesa dell’arrivo del Capo dello Stato Sergio Mattarella, previsto per il pomeriggio del 14 settembre.

(E’ di oggi la notizia del folaio di contagio da coronavirus al Billionaire di Briatore con 6 persone  positivE e almeno 50 dipendenti in auto isolamento, ed è  sempre di oggi la notizia del ritorno a casa, dopo 126 giorni di isolamento e 19 tamponi, di  Milko Mieles, 49 anni, risultato positivo al coronavirus dal 16 aprile e dalla fine di giugno ospite dell’hub della Croce rossa all’aeroporto di Milano Linate. )

Il virus continua a circolare nel nostro Paese, riconoscono gli esperti, che tuttavia si esprimono con toni diversi creando non pochi equivoci.

Così mentre il professor Matteo Bassetti, direttore della Clinica malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova sostiene che 60 persone ricoverate in terapia intensiva su 60 milioni di abitanti, non facciano dell’Italia un Paese a rischio, il prof. Walter Ricciardi consulente del ministero della Salute nella gestione dell’emergenza coronavirus fa notare a margine di un incontro del Meeting di Rimini che a tutt’oggi, con un  migliaio di focolai attivi la situazione del contagio in Italia è sotto controllo  il che esclude categoricamente lockdown generalizzati come nei mesi della prima emergenza, ma aggiunge che se diventassero  2-3mila la situazione potrebbe diventare  incontrollabile.

Un appello alla cautela ed esortazione a non abbassare la guardia viene dalla Fondazione Gimbe, Fondazione di diritto privato costituita dall’associazione Gruppo Italiano per La Medicina Basata sulle Evidenze, secondo la quale “l’aumento dei contagi nella settimana di metà agosto, pari al  141%. rispetto alla settimana 15-21 luglio, rappresenta un segnale, che invita a mantenere l’attenzione molto alta sull’andamento dell’epidemia” anche nel nostro Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *