Crisi Berco: Copparo trema

01 berco crisi1

Centinaia di dipendenti della Berco di Copparo hanno partecipato allo sciopero e al presidio proclamati dai sindacati – CGIL, CSL, UIL e UGL – per chiedere un piano di rilancio dell’azienda. Berco è la più importante azienda metalmeccanica dell’Emilia Romagna con 1400 operai nel solo stabilimento copparese: il suo rilancio non può, dicono sindacati e lavoratori – passare attraverso tagli del personale e licenziamenti.

Al presidio hanno partecipato anche le istituzioni: i parlamentari ferraresi, la presidente della provincia, il sindaco di Copparo e tutti quelli dell’ex mandamento, le forze politiche di centrosinistra e di centrodestra.

Lo stabilimento Berco di Copparo fonte di sostentamento per centinaia di famiglie dell’area copparese, ed è anche il punto di riferimento di un’intera comunità. Di questo, è stato detto alla manifestazione, i nuovi vertici Berco dovranno tenere conto.

Ora si guarda al nuovo confronto di Roma , presso il ministero dello sviluppo economico. Dai nuovi vertici Berco è venuta sino ad ora soltanto una cifra: 611 esuberi. Una cifra inaccettabile, dicono i sindacati, tanto più in un’azienda che di esuberi ne ha già gestito quasi trecento.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *