Crisi, CNA: “Ferrara tra le peggiori in Regione per fatturato”

11 cna fe peggio in regione-2Puntare sulla legge di stabilità per la ripresa economica. Questo l’auspicio degli imprenditori dell’Emilia-Romagna che stanno pagando la crisi in maniera pesante: “la crisi, dice Cna ha bruciato 18 anni di crescita economica e 13 punti e mezzo di Pil”. Ferrara tra le province emiliane con il calo più elevato in termini di fatturato.

Un Governo che può “durare” può “fare”. Questa la speranza degli imprenditori emiliano-romagnoli, secondo un sondaggio di Cna Emilia-Romagna. Il punto chiave è la stabilità politica che dà credibilità al sistema Italia e consente al Governo di non avere sulla testa la spada di Damocle dell’emergenza continua. Altrettanto decisamente gli imprenditori dicono: “Ora il Governo non ha più alibi”.11 cna fe peggio in regione

La crisi ha bruciato in Emilia-Romagna 13,5 punti di Pil e 18 anni di crescita economica, dice l’ultima rilevazione Trend ER, l’osservatorio di Cna e BCC che, in collaborazione con Istat, ha coinvolto 5.040 fra micro e piccole imprese, con meno di 20 addetti, sulla congiuntura dell’Emilia Romagna nel primo semestre 2013.

Il quadro negativo prosegue, con dati preoccupanti, che presentano un ulteriore indebolimento rispetto al 2012. In calo il fatturato, negativo per sette provincie, per due di esse in modo particolare: Ferrara, dove si registra un calo del 19,2% e Rimini, dove si registra un -27,9%. Positive solo per due aree provinciali: Modena (+4,9%) e Ravenna (+0,8%). In calo anche gli investimenti e solo l’export segna una decisa ripresa, ma insufficiente a compensare la caduta della domanda interna. Male tutti i settori: dalle costruzioni, al legno al mobile sino alla moda.

Improntate al pessimismo le aspettative degli imprenditori anche se, dopo il voto di fiducia al Governo, puntano sulla stabilità come chiave di volta.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *