Crisi, da Govoni appello alle banche: “Anche loro nella partita dello sviluppo”

camera-commercio

“Anche le banche nella partita dello sviluppo”. E’ questo il senso dell’appello lanciato dal presidente della Camera di commercio di Ferrara, Paolo Govoni, per rilanciare l’economia e le prospettive di crescita della nostra provincia.

La Giunta dell’Ente di Largo Castello, martedì scorso (7 ottobre), ha stanziato, per il 2015, più di 3 milioni e mezzo di euro destinati a sostenere i deboli segnali di ripresa ed aiutare le imprese, in particolare piccole e medie, a superare le fragilità ancora presenti. Progetti che hanno bisogno di sostanza e, soprattutto, hanno bisogno di una larga condivisione anche finanziaria. Una condivisione che per il numero uno della Camera di commercio deve coinvolgere, oltre che le Istituzioni, le associazioni di categoria e l’Università, anche gli istituti di credito che operano attivamente nel territorio.

“Di fronte alla speranza, agli sforzi e al lavoro incessante che tanti imprenditori ferraresi quotidianamente compiono per uscire dalla crisi – ha sottolineato Govoni – non possiamo non ricordare che le piccole imprese rappresentano la spina dorsale dell’economia provinciale. E, pertanto, il problema posto dall’insufficiente iniezione di credito non è un problema soltanto di quelle aziende, ma è un problema di tutti. Sia chiaro – ha poi proseguito Govoni – noi come Camera di commercio facciamo e faremo la nostra parte senza tirarci mai indietro, ma se vogliamo crescere dobbiamo tutti guardare verso un obiettivo”. Il presidente della Camera di commercio, dunque, scopre le carte e ha messo in programma una serie di incontri con i vertici delle istituzioni bancarie del territorio per affrontare il discorso e coinvolgere gli istituti di credito in progetti di sviluppo locale.

Cofinanziamento di piani di ristrutturazione aziendale, incentivi a sostegno delle aziende in vita, contributi per accelerare sull’innovazione, l’internazionalizzazione, l’occupazione e il turismo, patrimonializzazione dei Confidi per abbattere il costo del denaro e favorire l’accesso al credito delle aziende in difficoltà, supporto al comparto manifatturiero e al terziario avanzato, Reti d’impresa, sostegno alla partecipazione a EXPO 2015, attrazione di giovani talenti all’estero, programma straordinario per l’utilizzo dei Fondi comunitari 2014-2020. Queste, intanto, alcune delle priorità individuate dalla Giunta camerale, che grande attenzione riserverà pure a tutte quelle iniziative per la commercializzazione del “prodotto turistico” ferrarese, la qualificazione dell’offerta e l’accoglienza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *