Crolli per il terremoto, 28 indagati

Ventotto persone fra titolari delle aziende, professionisti collaudatori e legali rappresentanti. E’ il numero degli scritti nel registro degli indagati per le inchieste che devono far luce sulle morti avvenute nell’Alto Ferrarese dopo il sisma del 20 maggio. In questi giorni sono partiti gli avvisi di garanzia a firma dei due pm titolari dell’inchiesta, Nicola Proto e Ciro Alberto Savino.

Per lunedì intanto sarebbe in programma l’affidamento dell’incarico a un consulente che dovrà effettuare le perizie nei luoghi del crollo. Si tratta dell’ingegner di Bologna, Claudio Comastri.

Le vittime del 20 maggio, lo ricordiamo sono Tarik Naouk di 29 anni, deceduto nel crollo dell’Ursa di Stellata, Nicola Cavicchi e Leonardo Ansaloni, rispettivamente di 35 e 51 anni, dipendenti delle ceramiche Sant’Agostino e Gerardo Cesaro, 51 anni morto dopo il crollo alla Tecopress di Dosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *