Da Trento a Ferrara per la cultura

 

govoni_cciaaaLa cultura è un fattore strategico per lo sviluppo economico. Lo sostiene il presidente della Camera di Commercio di Ferrara, Paolo Govoni, sulla stessa linea d’onda dell’ex commissario alla spending review, Carlo Cottarelli, presente ieri al festival dell’economia di Trento.

Si avvicina il 12 giugno, la 13esima Giornata dell’economia di Ferrara, e il presidente della Camera di Commercio di Ferrara, Paolo Govoni, sottolinea, con un suo messaggio preliminare, come il patrimonio culturale sia una risorsa straordinaria per l’Italia se si pensa soprattutto ai valori etici e politici della memoria e ai valori economici dell’indotto turistico. Un contenuto che anche l’ex commissario alla Spending review, Carlo Cottarelli, domenica invitato alla terza giornata del Festival dell’Economia di Trento, ha voluto ribadire.

L’economista, che ora rappresenta ufficialmente l’Italia al Fondo Monetario, ha sostenuto che nel Bel Paese, per la cultura e l’istruzione, soprattutto in rapporto alle altre nazioni, non si spende abbastanza e bisognerebbe spendere di più. Cultura insomma come fattore strategico per lo sviluppo economico, tema che sarà al centro della 13esima Giornata dell’economia che si terrà fra due venerdì: oltre a Govoni, saranno presenti tra gli altri anche Stefano Bonaccini, presidente Regione Emilia-Romagna e Paola De Micheli, sottosegretario di Stato all’Economia e alle Finanze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *