Dall’Agenzia spaziale Italiana alla candidatura alle Europee; Roberto Battiston dice “Un altro modo per servire il Paese e rappresentarlo in Europa”

Ha presieduto per quasi 5 anni l’Agenzia spaziale italiana, che ha portato a risultati eccellenti sia sotto il profilo scientifico, che sotto il profilo industriale ed economico,  il prof. Roberto Battiston , rimosso dall’incarico, che ha ottenuto per ben due volte superando una selezione competitiva valutata da un comitato internazionale, ha accolto la proposta di Nicola Zingaretti di candidarsi da indipendente nella circoscrizione Nord Est alle europee per la lista PD -Siamo Europei. Roberto Battiston, ordinario di Fisica Sperimentale all’Università di Trento, alla vigilia della domenica elettorale, è passato  questa mattina per Ferrara, diretto a Bologna dove chiuderà la campagna elettorale PD con gli altri candidati in lista e l’ex premier Paolo Gentiloni.

In città ha rilasciato  a Telestense un’intervista, in cui spiega le ragioni della sua candidatura e il ruolo della cosiddetta  “space economy” nell’economia del futuro. “I satelliti” ,dice, “hanno rivoluzionato la nostra vita quotidiana con il Gps, che è di proprietà statunitense. Ma l’Italia e l’Europa con Galileo e Copernicus stanno affermando la loro autonomia”. “Dai satelliti , aggiunge, la possibilità di rivoluzionare l’agricoltura e il nostro rapporto con le risorse energetiche, il clima, la circolazione.”

“Al Parlamento europeo, spiega, vorrei portare la mia competenza nel campo della Scienza dello spazio, in una competizione collaborativa, già sperimentata all’Asi, nel campo degli investimenti nel settore spaziale, dove in questi anni siamo riusciti ad avere da Bruxelles il 3% in più di investimenti rispetto ai contributi versati  Senza dimenticare il bilancio dell’agenzia che in quattro anni è stato rimesso in ordine”.

Intervista integrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *