“L’uomo che cerca l’amore”, su Telestense torna La Divina Commedia in un musical

“L’uomo che cerca l’amore” , su Telestense torna La Divina Commedia in  un musical. Lo spettacolo rappresentato 13 anni fa a Ferrara con grande successo di pubblico, sul sagrato della cattedrale, era stato ripreso allora dalla nostra emittente che ha deciso oggi di rimandarlo in onda nelle due serate di sabato 27 marzo e lunedì 29, credendo di fare cosa gradita sia ai molti che se ne ricordano per averlo visto dal vivo, sia a chi, curioso, si troverà di fronte ad un continuo susseguirsi di effetti speciali e di performance artistiche di grande valore.

13 anni fa il 24 maggio 2008  a Ferrara ha fatto il suo debutto sul sagrato della Cattedrale uno straordinario  musical ispirato alla Divina Commedia   voluto dalla Diocesi di Ferrara-Comacchio, allora guidata da Mons. Rabbitti, per celebrare il Corpus Domini.

Dopo la messa officiata sul sagrato  dall’arcivescovo Paolo Rabitti la Compagnia Nova Ars Musica arte e cultura di Roma ha dato vita alla rappresentazione in musica della straordinaria ascesa dal profondo dell’inferno alla vetta del Paradiso dil Dante,  pellegrino guidato alla visione del vero dalle sue  due guide eccezionali, Virgilio, il maestro di poesia e di moralità e  Beatrice , la donna angelo, che lo aveva sollevato dall’amore umano all’amore per Dio. Sottotitolo del musical, non a caso, L’uomo che cerca l’Amore

Uno spettacolo avvincente sia per la potente sceneggiatura di don Gianmario Pagano, che nell’arco di due ore ha condensato le tre cantiche del poema dantesco, sia per la musica di  mons. Marco Frisina, allora direttore dell’Ufficio Liturgico del Vicariato di Roma ed autore di celebri colonne sonore oltre che di un vasto repertorio religioso. Un musicista di grande valore , che  ha saputo utilizzare i generi musicali più moderni per evocare le suggestioni del viaggio dantesco, il rock e l’heavy metal per dramma dell’Inferno e degli incontri senza speranza con i dannati, il canto gregoriano e la musica lirica per le atmosfere raccolte del Purgatorio e la visione dei beati nel Paradiso. Uno spettacolo colossal che continua ad essere rappresentato dalla prima romana del 2007, realizzata in un quartiere popolare sotto una tensostruttura nell’area di torvergata, ai grandi palcoscenici naionali e internazionali dall’Arena di Verona al Grimaldi Forum di Montecarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *