‘Dante e la moda del suo tempo’ conferenza di Emilia Sonni e Barbara Landi in Ariostea e online

Sarà dedicata alla moda al tempo di Dante, e ai significati sociali ed economici delle vesti del tempo, la conferenza di Emilia Sonni e Barbara Landi in programma domani, mercoledì 24 novembre alle 17, nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17 Ferrara) e in diretta video sul canale YouTube Archibiblio web. L’incontro, inserito nel ciclo “Dante celebrazioni del settimo centenario” a cura del Gruppo Scrittori Ferraresi, sarà introdotto dalla presidente del Gruppo Federica Graziadei.

In questo settecentenario della sua morte su Dante è stato detto veramente tanto, in tutta Italia e dalle fonti più autorevoli, ma Dante non era solo il Sommo Poeta, era anche un uomo con una vita normale, inserito nella società del suo tempo, ed è su questa figura di uomo che vorremmo gettare uno sguardo. Lo faremo partendo dal concetto di microstoria, una tendenza storiografica che si è affermata in Italia negli anni Settanta e che, pur prendendo ispirazione da studi europei, sviluppa presto una sua dimensione peculiare.

La storia delle piccole cose, la storia quotidiana, la storia dei piccoli avvenimenti delle persone, quelli che non trovano spazio nella cronaca dei Big Events, per citare Alessandro Barbero, ma che si rivelano spesso più veritieri e significativi di guerre e trattati nel tentativo di capire lo spirito del tempo di una società e di un luogo tanto lontani da noi. Da quest’ottica partirà il nostro piccolo sguardo diretto al grande Poeta, uno sguardo su di lui, sulle immagini vestimentarie che ne abbiamo, ma anche e soprattutto al significato sociale ed economico che avevano le vesti in quel tempo, e di quanto Dante stesso ne fosse consapevole.

Inoltre potremo vedere da vicino il modello di una capo da lui indossato e realizzato con grande criterio filologico. Si tratta del celebre cappuccio che appare nella maggior parte dell’iconografia a lui dedicata: vedremo concretamente come è stato realizzato e cercheremo di capire quanto la tecnica sartoriale che lo ha prodotto ci racconti dello stile di vita degli uomini e delle donne del suo tempo.

Emilia Sonni insegna Storia della Moda e del Costume presso l’Università Primo Levi di Bologna. Laureata in Storia a Firenze, ha studiato Storia del Costume con la professoressa Giuseppina Muzzarelli presso l’Alma Mater. È stata docente di cultura italiana per stranieri a Monaco di Baviera, presso l’Università Ludwig Maximilian, l’Istituto Italiano di Cultura e la Volkshochschule, istituzione con cui collabora ancora oggi.

Barbara Landi deve la sua formazione sartoriale all’attività di famiglia nel settore moda e artigianato di alto livello, in cui è cresciuta professionalmente. Oggi gestisce un’impresa che produce abbigliamento sportivo di nicchia, creativo e personalizzato. Laureata in Architettura presso il Politecnico di Milano, ha proseguito la sua formazione dedicandosi per anni allo studio della Storia del Costume e alla Sartoria Storica.

Per il ciclo “Dante celebrazioni del settimo centenario” a cura del Gruppo Scrittori Ferraresi

– L’accesso del pubblico alla Sala Agnelli (senza limitazioni di capienza) è consentito con Green pass e mascherina.

Per assistere alle dirette o rivederle in differita sarà sufficiente collegarsi al canale YouTube del Servizio Biblioteche https://www.youtube.com/channel/UC1_ahjDGRJ3MgG45Pxs90Bg

(Ph. storicang.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *