Day surgery: futuro precario

Ieri si sono rivolti alle istituzioni affinché si facessero carico della loro situazione. E oggi arriva la notizia che domani in prefettura si dovrebbe tenere un incontro urgente.

A meno di 24 ore dall’allarme lanciato dai dipendenti del Ferrara Day Surgery la prefettura infatti avrebbe deciso di ricevere una delegazione di questi lavoratori. L’incontro dovrebbe servire per fornire qualche spiegazione in più sui motivi dell’atto prefettizio di interdizione antimafia che preventivamente ha bloccato tutti contratti della struttura privata con il sistema sanitario pubblico.

“Rischiamo di perdere il lavoro senza sapere nemmeno il motivo” dicevano ieri i dipendenti in una stampa giunta alle redazioni. “Il fulcro dell’attività del Day Surgery” – dichiarano ancora i lavoratori – sta proprio nella convenzione con il sistema sanitario nazionale”. “Un simile atto – sostengono – pregiudica la nostra attività sanitaria e non considera il ritorno positivo dimostrato in questi anni nei nostri confronti sia degli utenti ferraresi che da quelli intra ed extra regionali”.

I dipendenti tuttavia vogliono portare il loro problema anche al sindaco di Ferrara e presidente della Provincia, oltre che al direttore dell’azienda Usl, Paolo Saltari affinché si facciano carico di questa situazione.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=e8b45f7d-66ad-4449-85b7-7c132656308f&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *