“Io resto a casa”: fioccano le denunce dei carabinieri nel ferrarese

cc carabinieriTante le denunce in queste ore a Ferrara e provincia da parte dei carabinieri per far rispettare le nuove disposizioni che impongono di restare a casa se non per motivi di comprovata necessità, come disposto dal recente decreto Conte in questi giorni: obiettivo contenere il numero dei contagi in Italia.

Tra la tarda mattinata di ieri e le prime ore di oggi, sono fioccate le denunce.

Denunciato un uomo di 51 anni a Cento che era in auto in via Manzoni, secondo i carabinieri, senza comprovata necessità.

A Portomaggiore i militari hanno denunciati 8 cittadini di origine pakistana, di età compresa fra i 22 ed i 48 anni, che si trovavano insieme in strada senza motivazioni ritenute dai carabinieri plausibili.

In mattinata ad Ostellato, i carabinieri hanno denunciato un cittadino di origine cinese di 48 anni che mercoledì all’interno del suo locale aveva quattro persone che non rispettavano la distanza obbligatoria di sicurezza.

Stessa situazione nel “bar tabacchi” di Contrapò dove sono state denunciate tre persone tra cui gestore e titolare dell’attività e a Copparo in un’area di servizio, deferite all’autorità cinque persone perché si trovavano nel locale senza giustificazioni ritenute dai militari plausibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *