DESPAR4T: brutta scoppola a Lugo

Basket Lugo Aviators 70 – 51 Despar 4 Torri(17-10; 43-22; 61-38)


Basket Lugo Aviators: Ricci, Alessandrini 13, Agatensi 13, Baroncini 2, Silimbani (c) 14,
Squarcia 5, Biandolino 2, Marabini 7, Arosti 4, Ravaioli 10, Gentili. All.: Casadei.
Despar 4 Torri: Pevere 4, Osellieri (c) 2, Ghirelli L. 6, Canelo 6, Malfatto 1, Ghirelli M. 20, Ghirelli D. n.e., Kaša 2, Zaharia 10, Marongiu. All.: Fels.
Arbitri: Picardo, Vaccarella.
Una caduta che fa male alla Despar quella di sabato sera al Pala Banca di Romagna di Lugo. Forse perché si arrivava alla partita con aspettative diverse e tanta voglia di rivalsa dalla gara di andata, quando i tabelloni del Pala 4T sancivano la vittoria degli Aviators per 66-64, con la tripla di Kaša allo scadere sputata dal ferro. Ma non è stato così: la 4 Torri si è presentata incerottata a Lugo, per una sfida quasi cruciale per le sorti del suo campionato: sono acciaccati Osellieri, Kaša e Daniele Ghirelli; Canelo non è ancora nella condizione migliore, mentre è stato costretto a dare forfait Magnolfi, per un problema dell’ultimo minuto e non presente quindi in panchina con i compagni di squadra. Ciò non toglie niente all’ottima prestazione dei biancoverdi, soprattutto del veterano Silimbani che, al di là dell’ottima performance in fase offensiva (14 punti), lascia solamente 2 punti a Kaša: in due sfide contro di lui il ceco granata ha siglato 4 punti in totale, tagliato completamente fuori dalla difesa del biancoverde.
La partita si mette subito sui binari giusti per i padroni di casa. Il 7-0 firmato da Alessandrini, autore di un’altra solida prestazione, Squarcia e un Ravaioli limitato dai falli sovrasta una Despar poco reattiva sui rimbalzi e sulle palle vaganti. Zaharia riesce a sbloccare dalla lunetta gli ospiti, che però si imbattono nei ferri stregati del Pala Banca di Romagna: la sfera proprio non vuole entrare, nemmeno sulle buone costruzioni di gioco da parte dei ragazzi di Fels. Si avvicendano errori da entrambe le parti, ma Lugo ne commette meno e inizia la fuga; ancora Zaharia, con un minuto e trentacinque sul cronometro, segna il primo canestro dal campo per i ferraresi, a cui risponde immediatamente Silimbani per il +10 Aviators, che però spendono presto il bonus di falli e permettono così alla Despar di trovare qualche punto dalla lunetta. Matteo Ghirelli trova poi una tripla rocambolesca allo scadere, e, tutto sommato, i granata limitano i danni con il risultato parziale di 17-10. Il secondo periodo è quello decisivo per le sorti del match. Nonostante la zona, Silimbani continua a essere una spina nel fianco per la 4 Torri, che sembra totalmente fuori dai giochi: Squarcia e Agatensi piazzano due triple che
costringono Fels a un nuovo time-out sul 25-11. Ghirelli interrompe il parziale ospite con 5 punti di fila dei suoi 20 totali, ancora una volta miglior realizzatore anche in una serata storta; Zaharia combatte e non si risparmia sotto canestro (doppia doppia da 10 punti e 17 rimbalzi), e sul 27-16 Casadei ferma il gioco per vanificare l’ultimo tentativo di rientro granata: al ritorno sul parquet, infatti, quando la Despar inizia a trovare continuità in attacco, Lugo si dimostra spietata e con 7 punti in fila di Agatensi e le giocate di Alessandrini (13 a testa al termine) si porta sul +19, arrotondato dal canestro di Biandolino che chiude la prima, complicatissima metà di gara per i granata sul punteggio di 43-22. Da qui in avanti si contano i minuti che mancano al termine della partita. Ghirelli e Zaharia tentano di non far affondare la nave, ma Silimbani continua a seminare il panico nella difesa granata: gli Aviators gestiscono in tranquillità il vantaggio, nonostante molti tiri sbagliati, ma sono aiutati dalle palle perse in attacco degli ospiti. Quando poi Zaharia sbaglia una comoda schiacciata in contropiede si capisce che questa è la nitida immagine della serata per la Despar, che non trova la retina nonostante le buone trame di gioco. E se Canelo piazza una tripla quasi allo scadere per dare un ultimo lumicino di speranza ai granata, Silimbani prova la preghiera dalla sua lunetta difensiva sulla sirena con un lancio in stile football e fa, incredibilmente, 61-38 per i suoi, tra la gioia del pubblico di casa. Non è proprio serata per la Despar. Lugo non si ferma e con Agatensi fa +26, massimo vantaggio della sfida; dall’altra parte Kaša continua a litigare con il ferro. La 4 Torri ha ormai alzato bandiera bianca, e i coach svuotano le panchine per un ultimo quarto che non ha più molto da dire: il canestro allo scadere di Pevere manda in archivio il match sul 70-51 per i biancoverdi. Una brutta batosta per la Despar, che esce dal Pala Banca di Romagna moralmente a terra, sapendo di aver perso un’ottima occasione per infilarsi nel pieno della lotta promozione. Ma nulla è perduto: ricaricare le pile, alzare la testa e recuperare gli acciacchi in vista della sfida casalinga di sabato prossimo contro gli Angels di Santarcangelo, che diventa decisiva per le ambizioni di promozione della 4 Torri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.