DESPAR4T: con Correggio arrivano due punti pesanti

Vittoria che tiene i granata ancora in corsa per entrare nella Poule play-off

Cuore, grinta e carattere: così la Despar 4 Torri, ancora alle prese con un’affollata infermeria, si è presa di pura prepotenza agonistica i 2 punti in palio sabato sera nel match contro Correggio, indispensabili per sognare la qualificazione alla Poule play-off, al via tra due
settimane. I reggiani sono arrivati alla gara di Ferrara sicuramente affaticati, dopo aver già conquistato la matematica qualificazione per il girone promozione meno di 48 ore prima in una dispendiosa sfida punto a punto a Casalecchio: pur controllando la gara per un quarto e mezzo, gli ospiti hanno dovuto arrendersi alla Despar, perdendo però 2 punti preziosi per la classifica della Poule play-off nell’eventualità della qualificazione dei granata.
La gara si preannuncia spettacolare già dalle battute iniziali: sono ben 52 i punti messi a
segno nel primo quarto dalle due squadre, che non brillano in difesa e trovano a volte canestri
troppo facili. Si gioca punto a punto: alle marcature della Despar la risposta di Correggio è
sempre immediata, e con Riccò (14 in totale alla fine) i reggiani provano la prima fuga di
serata sul 14-20. Fels è costretto a fermare il tempo e interrompere il parziale ospite,
riuscendo nel suo intento. Le percentuali al tiro si abbassano e la 4 Torri si riavvicina a un
solo possesso pieno di distanza con la tripla di Matteo Ghirelli, miglior realizzatore del match
(21 punti), allo scadere dei 24 secondi: 19-22. La reazione di Correggio non tarda ad arrivare,
e con un parziale di 0-8 sigillato da Guardasoni e Branchini i reggiani trovano la prima
doppia cifra di vantaggio del match, a cui solamente Kaša (doppia doppia da 19 punti e 14
rimbalzi) riesce a mettere una pezza allo scadere: 22-30 al termine della prima frazione di
gioco. Le squadre rientrano in campo e la Despar tenta di proseguire il proprio contro-
parziale, ma Correggio è tosta e non si fa intimidire: Frilli e Branchini portano a 13 lunghezze
il massimo vantaggio della gara per gli ospiti, costringendo coach Fels a ricorrere a un altro
time-out sul 27-40. Inizia qui una nuova partita, del tutto diversa da quella vista in
precedenza. La 4 Torri alza l’intensità della zona dispari, a difesa dell’area: sfida gli avversari
a tiri dalla lunga distanza e concede loro qualche rimbalzo offensivo, ma è una scelta che
frutta moltissimo. I granata infatti infilano un micidiale parziale di 14-0: ciliegina sulla torta
la tripla con mano in faccia di Ghirelli per il 41-40. Correggio è in evidente difficoltà, non
trova la via del canestro e commette molti falli; l’apnea in attacco è interrotta sul finire della
prima metà di gara dal canestro di Sutera, ma i padroni di casa amministrano il vantaggio,
andando al riposo lungo sul 45-44. Ancora la zona, però, crea non pochi problemi ai reggiani
nella ripresa: in dieci minuti vanno a referto complessivamente solo 20 punti, in
controtendenza rispetto al primo quarto; ma non per questo la sfida è meno affascinante. Si
segna dunque molto poco, e ogni canestro è pesante, come la tripla di Guardasoni che impatta
il risultato sulla parità a quota 51. Correggio però non ha fatto i conti con Pevere, autore di
un’eccellente prova difensiva, che consente alla 4 Torri di rimanere sempre in controllo della

gara, e di allungare con i punti di Osellieri (19 alla fine per lui): è sua la stoppata con
conseguente penetrazione e appoggio allo scadere che vale il 58-51 per i granata. Gli ultimi
dieci minuti sono la prova di quanto sia migliorata la Despar nella gestione del vantaggio
accumulato. Dopo un rocambolesco doppio errore degli ospiti da sotto canestro, il solito Kaša
inventa prima con un sapiente uso del perno e poi con un canestro cadendo indietro. Il primo
vantaggio in doppia cifra per la 4 Torri (64-53) arriva con Magnolfi, che è ormai l’uomo
dell’ultimo quarto per i granata: 15 punti complessivi per lui, di cui 8 nel periodo conclusivo.
Ghirelli da lontanissimo e Osellieri vogliono mettere KO Correggio, che però non demorde,
affidandosi a Vivarelli (11 per lui alla fine). Magnolfi e Zaharia mantengono tuttavia la
Despar in controllo del match, fino al contropiede di capitan Osellieri che inchioda la
schiacciata con la quale partono i titoli di coda della partita. Il punto esclamativo spetta a
Magnolfi, che infila la tripla del definitivo 83-64 per i padroni di casa.
La Despar si aggiudica un match che a un certo punto sembrava dover prendere la direzione
di Correggio, stanca per il doppio impegno ravvicinato e forse appagata per aver già ottenuto
la qualificazione alla Poule play-off. Ma la squadra di Fels e Marianti Spadoni è compatta, e
ha dimostrato di essere in grado di reagire alle numerose difficoltà di questo campionato,
proponendo per la prima volta in stagione un gioco bello, intenso ed efficace. Arriva adesso il
momento della verità: sabato 19 marzo i granata giocheranno l’ultima sfida della prima fase,
ospiti di una Pallacanestro Scandiano in ripresa e ancora in corsa, con una vittoria, per i play-
off.

Despar 4 Torri 83 – 64 Spal Correggio
(22-30; 45-44; 58-51)
Despar 4 Torri: Pevere 3, Osellieri (c) 19, Magnolfi 15, Marchetti n.e., Malfatto n.e.,
Ghirelli M. 21, Kaša 19, Zaharia 6, Marongiu. All.: Fels
Spal Correggio: Messori (c) 3, De Toni, Riccò 14, Sutera 4, Campedelli, Branchini 6,
Bianchi 4, Canovi 4, Guardasoni 11, Vivarelli 11, Frilli 7. All.: Stachezzini.
Arbitri: Boudrika, Puliti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.