DESPAR4T: i granata trovano la prima vittoria play-off

Despar 4 Torri 82 – 70 Virtus Medicina(26-18; 45-38; 64-52)

Despar 4 Torri: Pevere 8, Osellieri (c) 6, Ghirelli L. 8, Magnolfi F. 14, Canelo n.e., Malfatto, Lesdi n.e., Ghirelli M. 32, Ghirelli D., Kaša 10, Zaharia 4, Marongiu n.e. All.: Fels.
Virtus Medicina: Ricci Lucchi 5, Curione 5, Poluzzi 8, Casadei 23, Bergami 12, Lorenzini (c) 3, Bonazzi 14, Cai. All.: Dalpozzo.
Arbitri: Bravo, Delrio.
Alla terza giornata del girone promozione di C Silver arriva finalmente la prima vittoria per la Despar 4 Torri Ferrara, in una sfida sempre condotta dai granata dopo l’iniziale vantaggio degli ospiti della Virtus Medicina per 0-2. Nonostante la serata difficile per Kaša e Osellieri, non brillanti come al solito ma ben presenti nelle trame di gioco, ci ha pensato Matteo Ghirelli con 32 punti e 8/13 dall’arco ad affondare i bolognesi, all’interno di una prestazione di squadra di alto livello per la Despar. La voglia di portare a casa i due punti da parte dei ferraresi è ben evidente già all’inizio del match. Il veterano Casadei (23 punti) consegna a Medicina il primo e unico vantaggio della partita, a cui segue il parziale fulmineo di 10-0 di una Despar mentalmente concentrata, che va a segno con i suoi trascinatori Kaša, Matteo Ghirelli, e il capitano Osellieri. Il press a tutto campo non mette in difficoltà i granata, la zona invece sì: Casadei semina il panico nella difesa dei padroni di casa, e la Virtus rientra sulla parità a quota 12 con l’appoggio di Bonazzi(14 punti al termine). La partita prosegue in equilibrio, anche se la Despar alza i ritmi nel finale di periodo. Zaharia, Osellieri, la tripla da sette metri di Matteo Ghirelli e quella del fratello Luca – che segna i suoi primi punti con i colori granata – consegnano otto lunghezze di vantaggio ai ferraresi, che chiudono così un eccellente primo quarto sul 26-18; la Virtus invece, squadra che in questa stagione sta faticando a centrare vittorie in trasferta, va in grande difficoltà, anche a causa di rotazioni molto corte a disposizione di coach Dalpozzo. Il secondo periodo comincia a rilento, così come le battute iniziali della sfida, ed entrambe le compagini fanno fatica a concludere a canestro, per le molte palle perse; tanto che dopo due minuti e trenta secondi di gioco l’unico punto a referto è quello di Lorenzini dalla lunetta. Zaharia e poi Magnolfi sbloccano i granata che vanno sulla doppia cifra di vantaggio: 31-21. La Virtus, ancora una volta, si affida al proprio trascinatore Casadei, che piazza 8 punti in fila, e di colpo si riporta sul -2. La Despar invece mostra i soliti errori di distrazione delle partite precedenti, e tra palle perse e falli consente ai gialloneri di rientrare in partita; questa volta, però, la risposta arriva con i fratelli Ghirelli: Luca trova l’assist per la tripla di Matteo, che poi subisce fallo su tiro dall’arco dopo essere stato messo in ritmo ancora dal fratello. La 4 Torri torna ad allungare, spinta da una difesa nuovamente ad alti giri, cercando di gestire il vantaggio accumulato grazie, soprattutto, a un eccellente quarto proprio di Luca Ghirelli che, oltre agli 8 punti totali della sfida, lotta a rimbalzo e in difesa, e si procura falli molti importanti: sono dunque protagonisti i Ghirelli, e nel finale di periodo entra in campo anche
Daniele, con tutti e tre i fratelli sul parquet del Pala 4T contemporaneamente. Gira tutto bene alla Despar, che allo scadere vede Magnolfi (14 punti) infilare la tripla del 45-38 della prima metà di gara, ad alto punteggio. Nella ripresa si assiste alla vera fuga dei padroni di casa, che sferrano il colpo decisivo alla partita. Pevere (8 punti e miglior prestazione stagionale), Magnolfi e un Ghirelli bollente dall’arco sono una sentenza in attacco. Medicina non riesce a contenere il gioco dei granata ed è forzata dalla difesa ferrarese ad alcune pesanti palle perse: sul 60-41 il solito Casadei interrompe il parziale Despar, ma iniziano i problemi di falli in casa giallonera. Gli ospiti non demordono, e con Bergami (12 punti) praticamente dimezzano lo svantaggio sul -10. Anche la Despar si mette a zona, e con l’ingresso di Zaharia, che arpiona rimbalzi uno dopo l’altro, i granata recuperano e chiudono la frazione sul 64-52. Gli ultimi dieci minuti di gioco iniziano in equilibrio. Sempre Zaharia sforna due assist per le triple di Kaša, che si iscrive a referto dall’arco (doppia doppia da 10 punti e 13 rimbalzi per il ceco), e del solito Ghirelli, ma Medicina non si fa travolgere e risponde colpo su colpo, e con i 5 punti di Poluzzi e di Bergami si riporta a solamente sei lunghezze di svantaggio. La Virtus, però, fallisce per ben due volte il bersaglio grosso per il possesso singolo di distacco: la Despar non perdona più, Magnolfi trova la retina dalla lunga distanza e il Pala 4T si infiamma. Poluzzi e Casadei provano a far rimanere a contatto i propri compagni, ma proprio il veterano giallonero è sanzionato con un fallo tecnico. Kaša non ne approfitta dalla lunetta, anche se lo striscione del traguardo è ormai vicino per i granata. Il cronometro scorre rapido, e Ghirelli a 30 secondi dal termine ruba e segna l’appoggio dell’82-70 per chiudere definitivamente i conti. Una gara sempre in testa, e gestita bene nei momenti di maggiore difficoltà: la Despar può festeggiare questi primi due punti della seconda fase ampiamente meritati, ma la concentrazione va conservata. Giovedì, infatti, è già tempo di tornare in campo, nell’anticipo della giornata pasquale di campionato, sul parquet di Castel Guelfo dove i padroni di casa, vincitori del Girone B, sono stati sconfitti sabato sera da Casalecchio nel derby bolognese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.