DESPAR4T IN CADUTA LIBERA

A Correggio arriva la terza sconfitta consecutiva

SPAL Correggio 74 – 52 Despar 4 Torri -(18-17; 45-28; 61-44)
SPAL Correggio: Messori (c) 1, Sabbadini, Riccò F. 9, Sutera, Riccò A. 6, Branchini 2, Guardasoni L. 19, Canovi, Guardasoni M. 14, Vivarelli 8, Lavacchielli 7, Frilli 8. All.: Stachezzini.
Despar 4 Torri: Cavazzoni, Pevere, Osellieri 3, Bianchi 7, Magnolfi, Canelo 3, Marchetti 2, Malfatto n.e., Lesdi, Demartini (c) 12, Kaša 16, Zaharia 9. All.: Fels.
Arbitri: Politi, Salatti.
Non è bastato il miglior Jakub Kaša della stagione (16 punti e 10 rimbalzi) alla Despar 4 Torri per evitare la terza sconfitta consecutiva. Sul campo della capolista SPAL Correggio, infatti, i ragazzi di Fels hanno provato a rimanere agganciati alla partita nel primo quarto, ma i padroni di casa con il parziale di 27 a 11 del secondo quarto hanno messo in cassaforte una partita che, nel terzo quarto, ha visto la grinta e il cuore granata rimontare fino al -8, per poi cedere nuovamente il passo agli avversari, che hanno dimostrato di meritare pienamente il primo posto in classifica.
Il match parte bene per la 4 Torri, che trova subito un Kaša in gran forma sia a rimbalzo, sia al tiro dalla lunga distanza; Correggio risponde con Matteo Guardasoni, e ne approfitta quando gli arbitri fischiano a Canelo il primo di cinque falli tecnici complessivi sanzionati a sfavore dei granata. Le difese sono aggressive e si segna poco su entrambi i lati del campo. Ci pensa Zaharia, entrato al posto di un Marchetti sottotono, a rimettere in equilibrio il risultato sul 13 pari, ma i padroni di casa con Luca Guardasoni e Andrea Riccò si portano nuovamente avanti. I granata allora, in chiusura di quarto, si rifanno sotto ancora con Kaša e Zaharia, che sta vivendo un periodo di grande crescita e che conferma la bella prestazione di sabato scorso contro Granarolo, mettendo a referto 9 punti e 8 rimbalzi complessivi. La Despar è a -1 sul 17 a 18, quando sulla sirena il tiro di Frilli è sputato dal ferro. È il secondo quarto il momento decisivo della partita. I reggiani provano la fuga con un parziale di 6 a 0, mentre la 4 Torri fatica tantissimo in attacco, prendendo tiri forzati che non trovano il fondo della retina; a ciò si aggiunge la pessima serata al tiro di tre pedine fondamentali del gioco granata: Marchetti (0/3 dal campo), un Canelo non al massimo della condizione (1/10) e Osellieri (0/5). Il 30 a 20 per la capolista costringe Fels al timeout, ma è ancora Correggio a gestire la partita, guidata da Federico Riccò e Luca e Matteo Guardasoni, che vivono un’eccellente serata al tiro, così come tutta la compagine reggiana che vola sul +19. La Despar è in piena difficoltà, e prova a ridurre lo svantaggio con Bianchi e Kaša, ma sulla sirena di metà partita Correggio è sul 45 a 28.
Al rientro dall’intervallo lungo la 4 Torri entra in campo con un’altra faccia: è aggressiva in difesa, mette in difficoltà gli avversari e con tanto cuore prova una rimonta che sembra proibitiva. Ancora Zaharia, Kaša e Bianchi con un parziale di 7 a 0 riportano i granata sotto di 8 lunghezze, e capitan Demartini fa valere la sua esperienza. La rincorsa, però, si arresta qui. I reggiani sono bravi a trovare il canestro anche su tiri contestati, mentre dei fischi arbitrali di troppo provocano qualche protesta da parte della panchina ospite. La Despar paga senz’altro il grande sforzo compiuto nella prima metà del periodo, e Correggio si riporta su quel +17 con cui si era aperto il quarto. L’ultima frazione prosegue con la capolista che torna a scappare. Fels prova a schierare i suoi a zona con tre piccoli in campo: questa scelta frutta qualche palla recuperata per gli ospiti, che in un ultimo disperato tentativo accorciano sul -13. Ma è Frilli con una tripla allo scadere dei 24 secondi a spegnere ogni sussulto granata. Con i reggiani che dilagano sul 74 a 50, Fels dà spazio ai giovani della panchina: fanno il loro esordio in campionato Lesdi e Pevere, che si aggiungono a Zaharia e Cavazzoni, già inseriti nelle rotazioni. La partita non ha più niente da dire, e si chiude con il punteggio di 74 a 52 per la capolista che centra la quinta vittoria su cinque partite. Si attende invece una reazione da parte della Despar, che dopo tre sconfitte consevutive, a questo punto del campionato, ha bisogno di trovare al più presto una propria identità già sabato prossimo quando arriveranno al Pala 4T i reggiani di Scandiano, che sabato hanno sconfitto la Rebasket portandosi a 4 punti in classifica contro i 2 dei granata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *