DESPAR4T: punti pesanti con Global Basket

Despar 4 Torri 90 – 84 C.M.P. Global Basket(22-18; 51-38; 68-60)


Despar4 Torri: Pevere, Osellieri (c) 18, Ghirelli L. 5, Magnolfi 6, Canelo 4, Malfatto n.e., Lesdi n.e., Ghirelli M. 26, Kaša 15, Zaharia 16, Marongiu n.e. All.: Fels.
C.M.P. Global Basket: Meluzzi 10, Cempini 18, Tinti M., Valenti 2, Fabbri 2, Lelli 7, Elio, Tomesani 22, Minerva, Lanzi Federico 8, Tinti F. (c) 15. All.: Lanzi Fabrizio.
Arbitri: Ronda, Boccia. Arrivano 2 punti pesantissimi nella corsa play-off per la Despar 4 Torri di coach Andrea Fels, che nella serata di sabato si è aggiudicata un match tanto teso quanto importante ai fini della
classifica. Una mai doma C.M.P. Global Basket ha alzato bandiera bianca solamente nel finale, impegnando i padroni di casa a rintuzzare ben due incredibili rientri. Non solo il successo fa sorridere i granata: dopo il serio infortunio nella gara contro Novellara del 23 febbraio scorso, ha fatto il suo rientro in campo, esattamente due mesi dopo, Jean Carlos Canelo, che si è reso subito protagonista con giocate importanti nei momenti decisivi della gara.
La Despar dimostra un grande agonismo fin dalle battute iniziali. La concentrazione è quella necessaria, e l’ottima circolazione di palla fa male alla difesa dei rossoblù, che si vedono immediatamente costretti a inseguire i granata. Zaharia è puntuale sugli scarichi dei compagni, e dopo tre minuti e mezzo è già in doppia cifra (16 punti e 6 rimbalzi al termine per lui). I bolognesi rimangono vicini, ma la Despar con facilità costruisce varchi nell’area degli ospiti, e con le penetrazioni delle guardie allunga sul 20-10. Con due minuti e diciotto secondi sul cronometro del primo parziale, ritorna sul parquet Canelo, che va a sostituire
Osellieri, a sua volta vittima di un infortunio fortunatamente non grave. L’attenta difesa granata della prima metà del periodo sembra vacillare negli ultimi minuti, con Cempini (18 punti) e Lelli che riavvicinano la Global Basket per il 22-18 della prima sirena. Rientra Zaharia e trova subito i due punti che sbloccano l’attacco della Despar, che però fatica a distanziare i bolognesi. Ci pensa Canelo: due liberi segnati e assist per la tripla di Luca Ghirelli, che poi buca nuovamente la retina. La 4 Torri gestisce i ritmi, e la penetrazione di Osellieri, che fa svanire l’apprensione per le sue condizioni fisiche dopo il colpo subito, vale il +11 per i granata. Lanzi è l’anima della C.M.P. nel secondo periodo, anche se non servono a nulla i suoi canestri, perché la Despar con Magnolfi e Kaša (15 punti al termine) conserva la
decina di lunghezze di vantaggio; anzi, con la tripla da lontanissimo di Matteo Ghirelli è massimo scarto tra le due compagini: il +18, dopo il time-out di coach Lanzi, è ridimensionato dal parziale di 0-5 chiuso dal tiro dall’arco del capitano Tinti, per il 51-38 di metà gara. Il terzo quarto è quello della sofferenza per la Despar: l’immediato 0-7 avversario riporta in partita i bolognesi, quasi infallibili al tiro con Cempini e Tomesani (miglior realizzatore dei suoi con 22 punti). Osellieri ridà fiato all’attacco granata, e ancora Matteo Ghirelli, con una tripla letteralmente inventata dal nulla, firma il nuovo +9. Capitan Tinti prende sulle spalle i suoi compagni e gli ospiti ritornano a -4. Ci si sfida a parziali e controparziali. Se Kaša non segna dall’arco, lo fa invece da sotto canestro, ma a ricacciare indietro la C.M.P. è Canelo, prima con un assist per Zaharia e poi con due punti dalla distanza che valgono il 67-60: il tecnico sanzionato a Valenti permette alla Despar di​
chiudere a quota 68, limitando i danni del primo rientro degli avversari che sembrava incontenibile. Ma le emozioni della sfida non finiscono qui. Matteo Ghirelli, con 10 punti dei suoi 26 totali, firma il +12, che diventa +15 con l’unica tripla di serata di Kaša. La panchina rossoblù è molto nervosa, e riflette le difficoltà sul campo e il nervosismo che ne deriva di una C.M.P. che mostra la stanchezza della rimonta: sono sanzionati un tecnico alla panchina e poi uno a coach Lanzi. L’ultima carta giocata dai bolognesi è la zona: due tiri aperti sbagliati dalla Despar e un contropiede dello scatenato Meluzzi (10 punti, tutti nell’ultimo periodo) segnano sul tabellone il -7 ospite. La 4 Torri non si scompone, ma una palla recuperata di Ghirelli schizza in mano a Meluzzi, che segna la tripla con fallo ingenuo di Osellieri. La Global Basket a questo punto ci crede, la penetrazione di Tomesani non è interrotta dal fallo goffo di Kaša: in un batter d’occhio è -2, fino al pareggio a quota 84 con l’arresto e tiro, sempre di Tomesani, in transizione. Al Pala 4T si intravedono gli spettri di un’altra partita gestita male nel finale. Ghirelli però appoggia il +2, mentre gli ospiti, presi dalla voglia di vincere, affrettano il tiro da tre punti che non va a bersaglio; meno di un minuto alla fine, palla in mano ai granata: Ghirelli cerca la penetrazione senza successo, quindi scarica per Osellieri, freddissimo, che insacca la tripla allo scadere dei 24 secondi con
fallo, dagli arbitri giudicato antisportivo di Meluzzi, che travolge con l’eccessiva foga dettata dal momento il capitano della Despar. Tra le proteste vivaci di panchina e tifoseria ospiti, Osellieri segna il libero del 90-84 che manda in archivio la partita. Sono arrivate tante risposte positive per la 4 Torri, a cominciare dalla gestione della gara che, seppur imperfetta per aver concesso troppo agli avversari in un momento delicatissimo, ha consentito ai ferraresi di aggiudicarsi i due, pesantissimi punti in palio, trascinati dai suoi leader Ghirelli e Osellieri, in chiara crescita rispetto alle precedenti uscite. Zaharia ha firmato una prestazione eccellente, leggendo al meglio le scelte della difesa ospite e facendosi trovare
con puntualità sugli scarichi dei compagni: sotto canestro è un’arma in più per Fels. Bene anche Kaša: nonostante ultimamente fatichi molto a bucare le retine del Pala 4T dall’arco, il ceco ha contribuito alla vittoria finale trovando punti da distanza ravvicinata. Arriva così la seconda vittoria nei play-off per la 4 Torri, che si appresta, sabato prossimo, ad affrontare la prima gara del girone di ritorno a Lugo, per ribaltare il -2 dell’andata in favore dei ravennati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.