DESPAR4T: sconfitta di misura con Lugo, nella prima play-off

Despar 4 Torri 64 – 66 Basket Lugo Aviators(7-21; 19-28; 42-50)


Despar 4 Torri: Pevere 5, Osellieri (c) 17, Ghirelli L., Magnolfi 5, Canelo n.e., Malfatto n.e., Milosavljevic n.e., Lesdi n.e., Ghirelli M. 27, Kaša 2, Zaharia 6, Marongiu 2. All.: Fels.
Basket Lugo Aviators: Alessandrini 18, Agatensi 5, Baroncini 5, Silimbani (c) 5, Ricci n.e., Squarcia 2, Biandolino 7, Marabini, Arosti n.e., Ravaioli 24. All.: Casadei.
Arbitri: Femminella, Squadrito.
Inizia in salita il girone promozione per la Despar 4 Torri. I granata domenica pomeriggio hanno ospitato il Basket Lugo Aviators, arrendendosi tra le mura amiche ai ravennati per 64-66. Dopo il tracollo della settimana scorsa a Scandiano, che poteva far temere il peggio, i ragazzi di Fels e Marianti Spadoni sono riusciti a ricompattarsi, mettendo in difficoltà una squadra solida come Lugo e, addirittura, sfiorando la vittoria con il tiro allo scadere di Kaša, spentosi però sul ferro.
L’inizio della sfida ricorda terribilmente la gara precedente a Scandiano. Al 5-0 firmato da Matteo Ghirelli e Osellieri e alla una buona presenza a rimbalzo della Despar fanno seguito le solite e banali palle perse di troppo; Lugo ringrazia e con Alessandrini e Ravaioli (11 punti nel quarto) inizia la fuga, nonostante qualche problema causato agli Aviators dalla zona granata. Fels butta nella mischia Luca Ghirelli, terzo dei fratelli a esordire quest’anno in maglia 4 Torri, per provare a smuovere l’attacco dei padroni di casa, senza successo. Dopo lo 0/2 dalla lunetta di Magnolfi, ancora Ravaioli, con la preghiera da centrocampo, chiude il primo quarto sul 7 a 21 per i biancoverdi, contro una Despar in evidente difficoltà, aggravata dai due falli già spesi da Osellieri. Il secondo periodo vede Lugo portarsi sul massimo vantaggio della gara: sul -16, i granata sembrano ritrovare orgoglio, grinta e carattere, correndo con intensità in difesa e costruendo i giochi in attacco con il coinvolgimento di tutti i componenti del quintetto. Ecco che Pevere trova il -10 e Casadei decide di fermare il gioco. Zaharia (10 rimbalzi) fa la voce grossa sotto canestro e Matteo Ghirelli (miglior realizzatore di giornata con 27 punti) riporta i suoi sotto le dieci lunghezze di svantaggio: è Lugo a rimanere bloccata, questa volta, con soli 7 punti a referto nel quarto, sbagliando al tiro e perdendo molti palloni. Gli errori, da una parte e dall’altra, sono lo specchio di una partita a punteggio basso, caratterizzata da tante palle perse dovute all’intensità delle difese. Si va così all’intervallo sul 19-28 per gli Aviators, che nella ripresa subiscono l’aggressività della Despar: ogni volta che i padroni di casa si riavvicinano, però, Lugo riesce sempre a ricacciarli indietro, con il solito Ravaioli (sei tiri dall’arco a segno nella partita) e Alessandrini (18 punti totali). Così, dopo il -7 di Osellieri, in men che non si dica gli ospiti si ritrovano sul 23-37, e controllano il match; almeno fino a quando Matteo Ghirelli (12 nel quarto) non decide di prendere per mano la sua squadra: prima con l’assist per il comodo appoggio di Zaharia e poi con la tripla, e la Despar è a sole 5 lunghezze di svantaggio. La sfida finalmente si accende, si inizia a segnare a ripetizione e ne giova lo spettacolo. Nonostante le difficoltà, tuttavia, Lugo si mantiene sempre intorno ai tre possessi pieni di vantaggio, e i granata alla fine del parziale guadagnano soltanto un punto: 42-50 alla penultima sirena. I ragazzi di Fels, però, danno l’impressione di poter chiudere il divario, ed è quello che accade. Gli errori iniziano ad aumentare, a causa della stanchezza che si fa sentire, ma la tripla di capitan Osellieri (17 punti) riavvicina a -5 i padroni di casa: risponde ancora Ravaioli, ma dopo un altro canestro di Ghirelli Lugo è nuovamente sul +11 grazie a Silimbani, a ridosso della metà dell’ultimo periodo. La Despar non si arrende, e ci si avvia verso una volata finale punto a punto, in cui succede di tutto. I protagonisti sono ancora Ghirelli e Osellieri, instancabili: tripla, penetrazione e assist per Zaharia, e la Despar è a -3; Magnolfi sul pressing ruba palla, subisce fallo e dalla lunetta fa 1/2: 60-62. Agatensi con il piazzato da due sigla il 60-64, ma dall’altra parte un fallo ingenuo su Magnolfi manda ancora in lunetta il play granata: è qui, ai tiri liberi, che la Despar perde la partita. Magnolfi fa solamente 1/3 per il 61-64, così come Agatensi che, dall’altra parte, fa 1/2 dalla lunetta. La pressione è alta ma Magnolfi, incredibilmente, infila la tripla del 64-65 a 6 secondi e spiccioli dalla sirena. La Despar, a questo punto, spende un fallo tattico: la scelta paga, perché anche Ravaioli mette solo il secondo tiro libero dei due a disposizione. Fels non ha più time-out, ma dalla rimessa da fondo campo Osellieri costruisce un ottimo tiro per Kaša, mai entrato in partita: la tripla per la vittoria del ceco, però, si spegne sul ferro, seppur vicinissima al bersaglio.
Termina 64-66 una partita che Lugo ha sempre avuto tra le mani, anche se i biancoverdi hanno rischiato la beffa nel finale da parte di una Despar che, seppure in una serata difficile, ha saputo reagire e ha addirittura accarezzato il sogno della vittoria nella prima giornata del girone play-off. Il bicchiere è dunque mezzo pieno per i granata, che si sono risollevati dopo la disfatta di Scandiano; per giocarsela a viso aperto con tutti, però, la 4 Torri ha l’assoluta necessità di trovare maggiore continuità all’interno della partita e di sistemare le percentuali ai tiri liberi, fatali nella sfida contro Lugo. Inizia quindi con il giusto spirito la settimana di lavoro in vista dell’impegnativa trasferta di sabato prossimo in casa degli Angels a Santarcangelo di Romagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.