Detenuto muore in carcere nella sezione protetti per abusi sessuali

carcere-arginone

Si trovava nella sezione protetti per abusi sessuali nel carcere di Ferrera il detenuto ultraottantenne, calabrese d’origine, morto sabato mattina, verso le 7, per cause naturali. A riferirlo è il sindacato di polizia penitenziaria Sappe.

Nonostante i soccorsi, per l’anziano detenuto non c’è stato nulla da fare.

In Emilia-Romagna, ricorda il sindacato di polizia penitenziaria, ci sono più di 3.800 detenuti (la capienza è di 2.400 posti) e mancano oltre 600 appartenenti al Corpo di polizia penitenziaria nei vari ruoli.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.