Diamanti, Tagliani dopo le minacce di querela: “Sgarbi è alla frutta”

taglianiContinuano a tenere banco i botta e risposta dopo la lunga scia di polemiche sul dibattito riguardante il progetto di ampliamento di palazzo Diamanti.

Il giorno dopo l’intenzione espressa da Vittorio Sgarbi, ovvero denunciare il sindaco Tiziano Tagliani (“per menzogne”) e la direttrice di Ferrara Arte Maria Luisa Pacelli, arriva il commento del primo cittadino: “Sgarbi è alla frutta e non sa come rimediare ad una esautorazione di fatto da parte sua degli organi competenti” scrive il sindaco che non si vuole fare intimidire dal potere mediatico di Vittorio Sgarbi.

Ecco il commento integrale del sindaco Tagliani a seguito delle minacce di querela da parte di Vittorio Sgarbi:

Adesso anche le minacce ?

Sgarbi è alla frutta e non sa come rimediare ad una esautorazione di fatto da parte sua degli organi competenti.

Ho rispetto per il dibattito scientifico, ma non mi faccio certo intimidire dal potere mediatico di Vittorio considerando, tra l’altro, che in città questa vicenda sta alienando, a Lui, tantissime simpatie. 

Farò il sindaco fino all’ultimo giorno difendendo quello che credo sia bene per la mia città. Non ho paura o timori, come ho già dimostrato, e comunque noto che Sgarbi si sta calmando: tempo fa diceva che dovevo essere arrestato! Preoccupandomi come allora dico sereni tutti,  va a finire come la sua candidatura a sindaco.

Tiziano Tagliani, sindaco di Ferrara 

Sabato 26 gennaio 2019 – ore 17.25 – Palazzo Diamanti: Sgarbi intenzionato a denunciare il sindaco Tagliani e la direttrice Pacelli

Non si placano le polemiche attorno al caso Palazzo Diamanti. Ora, Vittorio Sgarbi ha intenzione di denunciare il sindaco Tiziano Tagliani e la direttrice di Ferrara Arte Maria Luisa Pacelli.

Secondo il noto critico d’arte, che ha preannunciato la querela attraverso il proprio ufficio stampa, “continuano le menzogne del sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, con accuse inaccettabili e in aperto contrasto con la legge e i principi di conservazione, nell’intento di buttare in politica una doverosa e pubblica denuncia; sulla stessa linea – aggiunge Sgarbi – Maria Luisa Pacelli che, lamentando attacchi non ricevuti, insulta, con me, le migliaia di persone che hanno difeso l’integrità di Palazzo dei Diamanti da illegali ampliamenti.

Per questo motivo – conclude il critico d’arte – ho dato mandato al mio avvocato Giampaolo Cicconi di procedere alla querela dei due esponenti del potere culturale locale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *