“D’Ittico: pesce e vino della costa dell’Emilia-Romagna”

Il pesce azzurro è una delle grandi ricchezze che l’Adriatico continua ad offrire. Sardine e sardoni, oltre a una piccola ma importante quantità di saraghina, sono i piccoli pelagici che pescano le otto coppie di volanti (sedici barche) dell’Emilia-Romagna. Un’attività che si è molto ridimensionata negli ultimi vent’anni, per diverse cause: ambientali, economiche, ma anche di politiche comunitarie finalizzate alla riduzione dello sforzo di pesca.

Oggi le flotte più importanti sono a Cesenatico e Porto Garibaldi, con sei barche in ognuno dei due porti; due sono invece a Goro e due a Cattolica. Malgrado le difficoltà, il pesce azzurro è una delle eccellenze emiliano-romagnole che vanno valorizzate e promosse. Perciò il sardone (nome dialettale dell’alice Engraulis encrasicolus) è stata una delle tre specie scelte dal progetto “d’Ittico: pesce e vino della costa dell’Emilia-Romagna”, fortemente sostenuto da Legacoop Agroalimentare – Nord Italia, cofinanziato dal FLAG Costa dell’Emilia-Romagna, nell’ambito del Priorità 4 FEAMP 2014-2020 – Azione 4_A – INFORMAZIONE “Informazione per operatori pesca e collettività” – Regolamenti (UE) 1303/2013 e 508/2014.

Oltre a una campagna di promozione, veicolata con immagini e video di grande qualità realizzati da Sunset Comunicazione, sono stati organizzati degli show cooking, in collaborazione con l’Associazione ‘CheftoChef emiliaromagnacuochi’, con alcuni dei migliori chef nazionali. Il progetto ha per la prima volta promosso e valorizzato il connubio con i vini del territorio, grazie al coinvolgimento di Terre Cevico, una delle più importanti realtà vinicole italiane. A conclusione del progetto, Giovedì 18 novembre 2021, dalle ore 16.00 alle ore 18.00, presso la Sala Scirocco – Primo Piano della Fiera di Ferrara, nell’ambito di Sealogy – Il Salone Europeo della Blue Economy, si svolgerà un workshop intitolato: ‘Il pesce azzurro dell’Emilia-Romagna: buone prassi, criticità e prospettive legate a confezionamento, trasformazione e commercializzazione’.

Dopo i saluti portati dai rappresentanti del FLAG Costa Emilia-Romagna e dopo la presentazione del progetto, fatta da Maria Linda Caffarri di Legacoop Agroalimentare Nord Italia, si entrerà nel vivo dei lavori con la relazione di Fabio Fiori, ricercatore della M.A.R.E. Soc. Coop. a r.l. che fornirà un quadro della situazione della pesca, evidenziando il valore aggiunto in termini culturali e gastronomici. Nicola Tontini, Cooperativa Casa del Pescatore, Cattolica (RN), interverrà su “Buone prassi, criticità e prospettive legate a trasformazione e commercializzazione”.

Seguiranno gli interventi di Alessandro Menegatti, Work and Services – i Marinati di Comacchio (FE), azienda storica del settore. Sarà poi la volta di Luigino Pelà, Organizzazione Produttori Pila (VE). Delle forti relazioni tra pesce e vino, anche in termini di marketing, parlerà Elena Piva di Terre Cevico. Seguirà una tavola rotonda aperta al pubblico, coordinata da Nicola Tontini. Il workshop offrirà anche l’occasione per rilanciare e socializzare i materiali foto e video realizzati, tutti disponibili sui social e sui siti del FLAG Costa Emilia-Romagna e di di Legacoop Agroalimentare Nord Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *