Dna fetale: un esame del sangue per la diagnosi prenatale – INTERVISTA

gravidanza pancione

Si chiama Dna fetale ed è un nuovo esame che si effettua sul sangue materno e anche se al momento si effettua solo privatamente cambia lo scenario della diagnosi prenatale nel nostro paese.

Si chiama dna fetale ed è un semplice prelievo di sangue in base al quale si può capire se sono presenti nel bimbo nascituro alterazioni cromosomiche, come la sindrome di down, la numero 21, senza ricorrere ad esami invasivi come villocentesi ed amniocentesi.

“Studi precedenti, spiega il ricercatore ferrarese Antonio Farina, docente all’Università di Bologna, che nel sangue materno esiste il 90% di dna materno mentre l’altro 10% del totale è dna fetale”. Il test ha un’alta affidabilità, simile a quella degli altri esami diagnostici oggi praticati, che però sono più invasivi e presentano rischi elevati.

Il test al momento si può eseguire solo privatamente: diversi i punti raccolta in Italia, il costo è di circa 800 euro, poi l’invio all’estero, Stati Uniti o Cina. L’esame si può effettuare dalla decima settimana di gravidanza in poi.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/neonato pancione.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/10022014-diagnosi prenatale.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *