Domani alle 16.30 al Museo Delta Antico incontro con Luigi Malnati uno dei principali protagonisti dell’archeologia italiana

Com’è cambiata l’archeologia nel tempo? Quale corrispondenza tra un immaginario che la lega a paesi lontani, tesori e reperti straordinari, e la realtà di una professione rigorosa e molto impegnativa? Quale il suo ruolo nella battaglia per salvaguardare il patrimonio archeologico diffuso che caratterizza il nostro Paese?

Domani, venerdì 29 aprile alle 16,30, Luigi Malnati ci accompagnerà alla scoperta di questa misteriosa, intrigante e affascinante disciplina con il suo libro “La passione e la polvere. Storia dell’archeologia italiana da Pompei ai giorni nostri”, con introduzione di Vittorio Sgarbi. Un libro in cui l’archeologia è in primo piano, per comprenderne meglio il mondo sfaccettato, il piacere della scoperta, le meraviglie dell’incontro con la Storia, raccontati da uno dei principali protagonisti dell’archeologia italiana.

Luigi Malnati è uno dei principali protagonisti dell’archeologia italiana. Nato a Bergamo nel 1953, a 39 anni diventa soprintendente archeologo, incaricato prima della Soprintendenza delle Marche, poi di quella del Veneto, dell’Emilia-Romagna e della Lombardia. Dal 2010 al 2014 ricopre l’alto grado di direttore generale alle antichità, emanando la prima circolare che regolamenta le procedure di archeologia preventiva in Italia. Ha al suo attivo più di 150 pubblicazioni scientifiche e ha organizzato decine di esposizioni archeologiche in Emilia-Romagna e in Veneto, nonché la grande esposizione di Brescia del 2015 sulla romanizzazione dell’Italia settentrionale.

L’incontro, ad ingresso libero, si svolgerà nel pieno rispetto delle misure sanitarie previste dalla normativa vigente.

La rassegna “Primavera d’autore” farà parte anche del “Maggio dei libri”, la campagna nazionale promossa da Ministero della Cultura e Centro per il Libro e la Lettura, che ha l’obiettivo di diffondere il valore sociale dei libri quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile.

Per info: 0533 315882

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.