DOMANI MOBYT A LUCCA

mobyt-11

Piena di guai e cerotti la Mobyt cerca il miracolo a Lucca

Una Mobyt incerottata domani andrà a Lucca per la prima gara del girone di ritorno. Se Roseto, affrontata domenica scorsa, era squadra in salute (e lo si è visto), Lucca lo è forse di più. Quattro vittorie nelle ultime cinque gare, quarto posto in classifica a soli quattro punti da Ferrara, i toscani hanno di recente stravinto a Bari, battuto Chieti e Agrigento, e vinto a Recanati. Non male per una squadra che domani fiuta il colpaccio e sta richiamando tutta la città a sostenerla. Del resto con una Mobyt in piena emergenza, è logico che Lucca voglia provarle tutte per fermare la prima in classifica. Perché dopo lo stop di Roseto, Ferrara rischia ancora visto che i guai fisici non sono finiti. Oggi, infatti, sarà fermo ai box Flamini, mentre Spizzichini ci sarà così come Andreaus potrà scendere in campo con una settimana in più di allenamento dopo l’intervento al ginocchio.
I due americani Deloach e Conger, uniti agli italiani Valenti e Parente sono i quattro pilastri di Lucca, squadra che Ferrara ha già saputo battere alla prima di campionato sui legni del PalaMit 2B. Uomini come Banti, Panzini e Santarossa sono gli altri elementi di un roster che pensa alle prime posizioni, più che a guardarsi alle spalle, soprattutto nelle gare interne come quella di domani. A sostenere la Mobyt ci saranno almeno un centinaio di tifosi in quella che sarà una trasferta estremamente complicata. Ferrara è in piena emergenza. Ma per cercare di affrontare Lucca ad armi pari servirà una Mobyt unita e determinata, che dovrà ritrovare giocatori che ultimamente sono stati dietro l